CONTRIBUTI LAVORATORI AUTONOMI AGRICOLI

Novità e scadenze contenute in una circolare della direzione generale Inps

La Direzione Generale dell’INPS con circolare n. 81 del 14 giugno 2018, ha definito la misura dei contributi obbligatori dovuti dai lavoratori autonomi agricoli (CD/CM e IAP) per l’anno 2018. La Circolare Inps ricorda che l’aliquota pensionistica (comprensiva del contributo addizionale al 2%) da quest’anno è unica per tutti i soggetti (adulti e minori di 21 anni) operanti in qualsiasi territorio (zone montane e svantaggiate) ed è fissata al 24%. E’ infatti giunto al termine il percorso di graduale aumento delle aliquote contributive pensionistiche per i coltivatori diretti, coloni e mezzadri che era stato previsto a partire dall’anno 2012 dalla L. 214/2011 (c.d. “Manovra Monti”).

La Legge di Bilancio per il 2018 (art. 1, c.117 – 118 della Legge n. 205/2017) ha previsto un esonero contributivo per i nuovi lavoratori autonomi agricoli under 40 che si iscrivono alla gestione INPS per la prima volta nel corso del 2018. L’esonero è totale (100%) per i primi 3 anni di attività, e parziale per i successivi 2 anni (66% per il quarto anno, 50% per il quinto) e riguarda solo la quota INPS per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti (cd. IVS). Devono invece essere regolarmente corrisposti – in quanto esclusi dall’agevolazione – il contributo annuo di maternità (7,49 euro) e il contributo annuo destinato all’INAIL (768,50 euro dovuto dai soli coltivatori diretti).

Le scadenze fissate per il pagamento sono 4:

  •   16 luglio 2018 (I rata);
  •   17 settembre 2018 (II rata);
  •   16 novembre 2018 (III rata);
  •   16 gennaio 2019 (IV rata).
Categorie
Norme e tributi
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI