Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

CONDIZIONALITA’ LOMBARDA

biodiversità
Con delibera della Giunta Regionale n. XI/5958 del 14 febbraio 2022 (pubblicata sul BURL Serie Ordinaria n. 7 – del 18 febbraio 2022), la Regione Lombardia ha approvato le regole di condizionalità valide per l’anno 2022. La “Condizionalità” è un insieme di regole per la gestione dell’azienda agricola. Gli agricoltori le devono seguire, pena la riduzione e/o l’annullamento degli aiuti comunitari per i regimi di contributo sottoelencati.

CRITERI DI GESTIONE OBBLIGATORIA E BUONE CONDIZIONI

La normativa relativa alla condizionalità impone il rispetto di alcune condizioni in materia di protezione ambientale, sanità pubblica, biodiversità, salute delle piante e benessere degli animali indicate come criteri di gestione obbligatori (CGO). I criteri discendono da regolamenti, direttive comunitarie e regole per l’uso sostenibile dei terreni agricoli unitamente alla protezione delle acque. Si tratta delle buone condizioni agronomiche e ambientali (BCAA).

Questa normativa si applica in Lombardia ai beneficiari di pagamenti diretti, premi annuali di varie misure Psr, pagamenti nell’ambito dei programmi di sostegno per la ristrutturazione e la riconversione dei vigneti e per la vendemmia verde.

Le sanzioni di condizionalità non si applicano ai beneficiari che aderiscono al regime dei piccoli agricoltori.
Le principali novità per il 2022 riguardano la direttiva nitrati, l’identificazione e la registrazione dei suini, l’ Introduzione di fasce tampone lungo i corsi d’acqua, l’aggiornamento dei comuni ricadenti in ZVN.

Tutti i dettagli sul sito di Regione Lombardia al link: https://bit.ly/3JDIdJ5 (Fonte: Cia Lombardia)

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio