LA MOGLIE O LA CALDAIA?

Premiato allo Smau l'agricoltore lomellino che è stato protagonista del reality della Ventura
Ve lo ricordate Pietro Banfi? Ma sì, il risicoltore che cerca moglie, protagonista del reality di Simona Ventura... Non sappiamo come sia finita quella ricerca, ma sappiamo che Pietro ha trovato un prestigioso premio per l’innovazione. Grazie a una caldaia del tutto particolare. La Tenuta Molino Taverna di Cilavegna (Pavia), che gestisce con la sorella Giuditta, è stata insignita del prestigioso premio Smau per l’innovazione con un progetto per la valorizzazione della lolla di riso per produzione di energia termica. Si tratta di un’idea partita nel 2011, quando la famiglia Banfi decide di fare il grande passo e trasformare in agriturismo l’azienda agricola che possiede a Cilavegna e scopre che senza l’autosufficenza termica i costi superano i ricavi. Bisognerebbe produrre calore utilizzando anche materiali difficilmente combustibili come legno umido… Con un’azienda specializzata, viene concepita allora  una piccola (115 kWatt) ma pesante (ben 25 quintali) caldaia con caratteristiche tecniche assolutamente peculiari: un forno centrale e un particolare sistema d’entrata che permette di utilizzare biomasse anche al 70% di umidità. Una macchina efficiente e sostanzialmente automatica che richiede al proprietario il solo onere di ricaricare, ogni 2 settimane circa, il silos del materiale di combustione. Grazie alla caldaia, l’agriturismo risparmia dai 16 ai 17mila euro annui. E dalla Regione Lombardia arriva un rimborso del 40% attraverso il PSR 2014-2020 che permetterà di ammortizzare la spesa in sei anni. Inoltre, grazie a quest’innovazione, i Banfi hanno messo a frutto 15 ettari di terreno boschivo. Sotto, un momento della premiazione.
Categorie
Non solo riso
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI