«TUTTO L’IMPORT ASIATICO È ILLEGALE»

Il ricercatore Alessandro Arioli punta il dito contro le importazioni dai Pma

Il riso che l’Europa importa dal Sudest asiatico è fuorilegge. Tutto, e non solo quello che può contenere triciclazolo. Fuorilegge perchè utilizza – pubblicamente – fitofarmaci non ammessi in Europa. Lo sostiene il professor Alessandro Arioli, Ceo dell’istituto di ricerca Dafees in questa videointervista che sintetizziamo. Secondo il ricercatore, che è stato relatore alla recente Fiera in Campo, «l’utilizzo nel Sudest asiatico di antiparassitari che non sono ammessi in Italia e in Europa genera è una situazione di illegalità perchè la commercializzazione di prodotti sottoposti all’uso di fitofarmaci non segue il concetto della verifica analitica, cioè in laboratorio, della singola derrata, ma bisogna dimostrare sempre, attraverso una certificazione, che non sono state usate sostanze vietate. Ciò è tanto più vero per il prodotto biologico. Nelle regioni da cui proviene il riso, per contro, le molecole vietate sono utilizzate ufficialmente, tant’è che esistono linee guida universitarie per insegnare ai contadini a utilizzarle, e ciò comporta il fatto che non potrebbero essere commercializzati, dal punto di vista legale, in Europa, anche qualora l’analisi di laboratorio dimostrasse che il residuo è zero». Autore: Alessio Facciolo

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI