BANDO LOMBARDO DI 4,5 MILIONI PER I GIOVANI

Le aziende risicole potranno concorrere all'aggiudicazione di un premio di 20mila euro

La Regione Lombardia, nell’ambito del piano di sviluppo rurale, ha attivato un altro bando da 4,5 milioni di euro volto a favorire il ricambio generazionale e l’accesso di giovani agricoltori qualificati nel settore. Lo ha annunciato Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia. Potranno presentare domanda i ragazzi di età compresa tra i 18 e i 40 anni che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola, in qualità di titolare di una impresa individuale o rappresentante legale di una società agricola.

L’importo del singolo premio, in relazione all’ubicazione dell’azienda, è di:

– 30.000 euro in zone svantaggiate di montagna;

– 20.000 euro in altre zone.

Le domande potranno essere presentate dal 3 luglio 2019 al 10 luglio 2020.  Potranno ottenere il contributo coloro che hanno iniziato l’insediamento per la prima volta in un’azienda agricola non più di 24 mesi prima della data di presentazione della domanda.

«Per dare slancio all’attività in montagna, nell’ambito dell’ammontare totale è prevista una riserva di 360.000 euro dedicata a chi possiede una attività nelle zone dell’Alta Valtellina, della Valchiavenna, dell’Appennino Lombardo/Alto Oltrepò Pavese e dell’Alto Lago di Como/Valli del Lario» ha specificato l’assessore. »Nello stabilire la graduatoria degli interventi finanziabili, punteggio maggiore sarà assegnato agli investimenti sostenibili dal punto di vista ambientale, con una specifica attenzione per quelli che contribuiscono alla mitigazione e all’adattamento ai cambiamenti climatici e all’applicazione di pratiche agronomiche e gestionali innovative, con particolare riferimento agli interventi che riducono l’impatto sull’aria, acqua e suolo».

La Regione Lombardia dal 2014 ha destinato risorse a 989 nuove aziende gestite da giovani agricoltori (800 già finanziate e 189 in fase istruttoria). Ecco i dati provinciali.

Bergamo 166 aziende per 4.740.000 euro (altre 41 domande in fase istruttoria)

Brescia 148 aziende per 3.760.000 euro (altre 28 domande in fase istruttoria)

Como 23 aziende per 670.000 euro (altre 14 domande in fase istruttoria)

Cremona 37 aziende per 740.000 euro (altre 8 domande in fase istruttoria)

Lecco 16 aziende per 410.000 euro (altre 5 domande in fase istruttoria)

Lodi 8 aziende per 170.000 euro (altre 4 domande in fase istruttoria)

Milano 16 aziende per 320.000 euro (altre 6 domande in fase istruttoria)

Monza Brianza 3 domande in fase istruttoria

Mantova 114 aziende per 2.280.000 euro (altre 24 domande in fase istruttoria)

Pavia 121 aziende per 2.840.000 euro (altre 30 domande in fase istruttoria)

Sondrio 138 aziende per 4.140.000 euro (altre 21 domande in fase istruttoria)

Varese 13 aziende per 370.000 euro (altre 5 domande in fase istruttoria)

Totale complessivo 800 aziende giovani lombarde per 20.440.000 euro (altre 189 domande in fase istruttoria) (Fonte: Regione Lombardia)

Categorie
Norme e tributi
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI