«RISICOLTORI, IN GUARDIA!»

I mediatori intervengono dopo l'analisi dei listini dell'Informatore Agrario
Una seduta della Borsa risi di Vercelli prima dell'emergenza

massimo gregoriL’associazione Media@rice, che riunisce i maggiori mediatori di riso, interviene nel dibattito sui listini del risone commentando l’articolo sui “listini inspiegabili” (leggi QUI) e l’analisi dell’Informatore Agrario sull’andamento dei prezzi del risone con una lettera dal titolo “Produttori, in guardia!” che volentieri pubblichiamo: «Spettabile Risoitaliano, vorremmo ricordare che, a suo tempo la scrivente ha sensibilizzato il Senatore Candiani il quale, studiato e capito il problema, il 1° luglio 2015 presentò un emendamento al Senato della Repubblica scongiurando momentaneamente la chiusura delle Borse merci, come prevedeva il progetto fortemente sostenuto dalla Coldiretti che consisteva nell’istituzione delle Commissioni uniche nazionali (CUN) per le filiere maggiormente rappresentative del sistema agricolo e alimentare, al fine (come recita la nota ministeriale) “di garantire la trasparenza nelle relazioni contrattuali tra gli operatori di mercato e nella formazione dei prezzi”. Il tutto, in parole povere, avrebbe significato:  a) l’annullamento delle Borse merci con conseguente monitoraggio dei prezzi con le CUN;  b) il passaggio di tutte le transazioni, che di solito avvenivano durante i mercati nelle varie Borse merci, alla BMTI. Oggi, alla luce di ciò che viene evidenziato dall’articolo citato, tutti sono in grado di toccare con mano quanto possano essere devastanti per il mercato i “regimi” di monitoraggio dei prezzi imposti da chi, probabilmente, non vuole che ci sia più lo svolgimento del libero mercato… In guardia produttori!» Nella foto piccola, Massimo Gregori, presidente dei mediatori.

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI