LISTINI INSPIEGABILI, O NO?

Analisi dell'Informatore Agrario sull'andamento dei prezzi del risone
Una seduta della Borsa risi di Vercelli prima dell'emergenza

Informatore Agrario

Si conclude una settimana in rialzo per i listini del riso, particolarmente per quelli delle varietà destinate al mercato interno che hanno recuperato terreno facendo pensare a un target 100 (euro). Una situazione che alcuni si ostinano a non rilevare: nelle ultime settimane, infatti, la Borsa telematica ha diffuso i dati dei primi mesi del 2016 in cui parla ancora di «una debolezza di fondo dei prezzi che, complice anche il rallentamento delle vendite e la notevole disponibilità di prodotto nel mercato, si sono attestati su valori più bassi rispetto allo scorso anno». Non si comprende come mai una realtà “telematica”, che vorrebbe controllare tutti gli scambi, diffonda informazioni così datate in un periodo talmente ballerino per i prezzi, ma il lettore potrà rendersi conto della verità di quello che affermiamo semplicemente collegandosi all’analisi di giugno di Bmti, cliccando QUI. Occupiamoci invece dell’incremento delle quotazioni di Carnaroli & Co. Il fenomeno è spiegabile in molti modi e l’Informatore agrario sul numero in distribuzione ne in questi giorni parla con chiarezza di una «scossa di fine campagna davvero insolita» analizzando le voci di mercato che parlano di «un errore nel computo delle rimanenze di risone che periodicamente viene fornito dall’Ente nazionale risi». Una situazione esplosiva, se si considera che il ritardo di maturazione dei risi da interno, ormai evidente in molte aree, potrebbe comportare un ritardo nel raccolto e quindi una penuria di materia prima, a dispetto delle previsioni che danno queste varietà ancora in crescita. Se vuoi rintracciare l’articolo clicca QUI.

 

 

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI