PSR LOMBARDO, BANDI ENTRO LUGLIO

FacebookLinkedinTwitterWhatsAppPrintEmailPrime indiscrezioni operative sul Psr lombardo, dopo l’approvazione da parte dell’Ue: «Nell’incontro con i componenti della Commissione Agricoltura in  Consiglio regionale, l’assessore regionale Gianni Fava ha assicurato che  entro...

regionelombPrime indiscrezioni operative sul Psr lombardo, dopo l’approvazione da parte dell’Ue: «Nell’incontro con i componenti della Commissione Agricoltura in  Consiglio regionale, l’assessore regionale Gianni Fava ha assicurato che  entro luglio Regione Lombardia emetterà i primi bandi relativi ad alcune  misure del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) e in particolare quelle  riguardanti gli investimenti per migliorare la competitività delle imprese  agricole. Una possibilità attesa da tempo per consentire la crescita  competitiva delle nostre aziende» ha detto ieri Carlo Malvezzi, consigliere regionale del Nuovo Centrodestra, al termine della seduta di Commissione Agricoltura al Pirellone. «Il confronto con la Commissione europea sulle azioni previste dal PSR non è stato semplice – chiarisce Malvezzi -. Tuttavia, e di questa  va dato merito all’assessore Fava e a chi ha lavorato per Regione Lombardia  nel rapporto con l’Ue, abbiamo certezza dell’arrivo a giorni di un via  libera formale». Il riferimento è al lungo braccio di ferro tra Fava e l’Ue ma anche al durissimo confronto tra l’assessore e il Mipaaf, accusato di aver rallentato l’approvazione del piano lombardo. Secondo Malvezzi l’approvazione significa, «poter emettere, dopo i bandi sulle misure 11 e 13 (rispettivamente per le aziende che si occupano di agricoltura biologica e per quelle collocate in zone svantaggiate di montagna), i bandi relativi alla misura 4.1 riguardanti gli investimenti. Il tutto entro il mese di luglio e con la possibilità di godere di una prima  tranche di risorse pari a 60 milioni di euro per l’anno 2015». (17.07.2015)

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI