POPILLIA NELLE RISAIE DI CASALINO

Rinvenute le larve in un terreno di Casalino, ai confini col Vercellese
Larva di Popillia Japonica

A segnalarci la presenza di larve di Popillia japonica è un risicoltore di Casalino (No): «Durante la semina abbiamo osservato per la prima volta la presenza significativa dell’insetto. Ci sono diversi soggetti per metro quadro. Si tratta di larve al terzo stadio, pronte a impuparsi. Dopo molto tempo di monosuccessione la scorsa annata agraria abbiamo fatto un avvicendamento con soia: credo che i due fenomeni siano legati». Popillia japonica Newman (Coleoptera Rutelidae) è stata osservata per la prima volta nell’Europa continentale durante l’estate del 2014. Le segnalazioni arrivavano dai comuni della zona settentrionale della Valle del Ticino. 

Un flagello

È un insetto polifago: gli adulti sono capaci di provocare ingenti danni economici defogliando e destrutturando oltre 300 specie tra coltivate e spontanee. Tra le più colpite si evidenziano: acero, glicine, rosa, rovo, tiglio, olmo, mais, melo, nocciolo, pesco, soia e vite. La normativa fitosanitaria lo individua quale organismo nocivo da quarantena. In Lombardia l’insetto ha dimostrato di fare una generazione all’anno.  Gli adulti escono dal terreno tra la fine di maggio e l’inizio di giugno. L’insetto si muove prevalentemente in gruppi numerosi e l’epoca di maggior presenza degli adulti è l’inizio dell’estate. (Avviso: c’è anche un altro flagello)

Come riconoscere Popillia japonica

Gli adulti hanno una lunghezza media di circa 10 mm e sono verde metallico con riflessi bronzei sul dorso. Si contraddistinguono per 12 ciuffi di peli bianchi (5 ai lati dell’addome e 2 più ampi sulla parte terminale). La presenza di questi ciuffi bianchi permette di distinguere inconfondibilmente Popillia japonica dalla specie italiana Maggiolino degli orti (Phyllopertha horticola) e dalle altre specie di rutelidi italiani. Nel caso di avvistamento controllare la presenza dei ciuffi di peli bianchi ai lati dell’addome fotografarli e poi eliminarli osservare su quale pianta era presente, se in gruppo fare una segnalazione agli indirizzi popillia@ersaf.lombardia.it     popillia@parcoticino.it. Autore: Andrea Bucci

Categorie
RisicolturaUncategorized
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI