Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

L’ISOLA DELL’EXPO

da | 28 Ott 2013 | NEWS

torre_scaligera_simbolo_isolaAccordo tra l´Ente Fiera di Isola della Scala, le Camere di commercio di Pavia e Verona, il Consorzio e la Strada del Riso Nano Vialone Veronese igp per l’Expo 2015. Un incontro è avvenuto a Verona nei giorni scorsi tra i presidenti degli enti che hanno stretto un patto: le maggiori province risicole nazionali marceranno unite per ottenere una presenza congiunta nel padiglione Italia all´evento mondiale. L´accordo arriva dopo la prima intesa siglata a settembre con la Sierra Leone con la quale l´Ente Fiera di Isola della Scala si era prenotata un posto all´evento mondiale di Milano nello spazio espositivo gestito dal Paese africano all´interno del padiglione dedicato esclusivamente al riso. Durante l´incontro il presidente della Camera di commercio di Pavia, Giacomo de Ghislanzoni Cardoli, ha illustrato un protocollo che ha già ricevuto le adesioni dell´Ente Risi, della Provincia di Pavia, di Novara e di Vercelli e delle Camere di commercio. «I costi per avere uno spazio sono davvero alti» ha spiegato de Ghislanzoni Cardoli «e solo mettendo assieme le diverse realtà del riso italiane possiamo entrare in un padiglione che attirerà un numero altissimo di visitatori e turisti». D´accordo Alessandro Bianchi, presidente della Camera di commercio di Verona, che ha sottolineato il «ruolo centrale della provincia scaligera nel settore agroalimentare, come dimostrano grandi manifestazioni espositive quali Vinitaly e appunto la Fiera del Riso». E il presidente della Provincia veronese Giovanni Miozzi: «Nei 6 mesi dell´Expo dobbiamo promuovere il nostro territorio facendo leva sul turismo oltre che sulla nostra grande enogastronomia» ha ricordato . Il presidente dell´Ente Fiera Massimo Gazzani ha invece rilevato la capacità organizzativa delle fiere isolane:«noi non promuoviamo un semplice prodotto, ma la sua lavorazione e la sua preparazione in cucina. Lo facciamo per il risotto, come per altri piatti». Quella proposta dalla Camera di commercio di Pavia», ha concluso il presidente Gazzani, «è una buona opportunità e ne valuteremo seriamente costi e benefici». (18.10.2013)