GREEN PAC

Le indicazioni emerse dal consiglio di Helsinki

Dal Consiglio informale dei Ministri dell’agricoltura dell’UE, svoltosi in Helsinki dal 22 al 24 settembre, è emersa un’intesa generale da parte dei Ministri sulle potenzialità della nuova PAC “post 2020”. Rotazione delle colture, lavorazione minima, semina diretta, riforestazione garantiscono un impatto positivo in chiave climatico-ambientale.

Le Delegazioni hanno ancora una volta evidenziato la necessità di aumentare le risorse finanziarie destinate alla nuova PAC al fine di consentire agli agricoltori europei di poter raggiungere gli ambiziosi obiettivi che quest’ultima propone.  Inoltre, come hanno sostenuto Spagna e Cipro la flessibilità resta un aspetto di fondamentale importanza che consentirebbe agli Stati membri di tener conto, a livello regionale, delle specificità, delle necessità e delle condizioni geografiche climatiche differenti, in modo tale da adeguare al meglio i piani strategici nazionali per il raggiungimento degli obiettivi climatico-ambientali. (AVVISO)

Il Ministro finlandese e presidente del Consiglio, Jari Leppä, ha sottolineato il ruolo fondamentale che l’agricoltura ha nel sequestro del carbonio nel suolo, evidenziando l’obiettivo del piano di intervento finlandese di raggiungere la neutralità delle emissioni entro il 2035 senza però perdere di vista il reale obiettivo dell’agricoltura europea, ovvero la produzione di cibo. La Presidenza a riguardo suggerisce alla Commissione la necessità di elaborare nuovi metodi per consentire ad ogni Stato membro di poter quantificare con maggiore precisione la quantità di carbonio stoccato.

In merito alla nuova PAC, la Presidenza finlandese dichiara che resta difficile raggiungere una posizione condivisa senza aver prima risolto le questioni quadro finanziario pluriennale (QFP) e Brexit. Nel caso ci fossero accordi generali sul QFP, entro dicembre, la Presidenza conta di presentare una proposta di compromesso sulla nuova PAC condivisa dal Consiglio.

Il prossimo Consiglio dell’agricoltura si terrà il 14 e 15 ottobre in Lussemburgo, durante il quale i Ministri incontreranno la Commissione europea per discutere sul programma di protezione per le foreste del mondo e sui piani strategici della nuova PAC. La Presidenza finlandese, a riguardo, a causa dei ritardi nella realizzazione della nuova PAC “post 2020” la quale certamente non sarà ultimata entro il 1° gennaio 2021 (termine ultimo previsto dalla Commissione), ha più volte richiesto alla Commissione di presentare un regolamento transitorio. A tale proposito, il commissario Hogan ha dichiarato che sta valutando con il suo collega Ottinger quale possa essere il momento giusto per presentare il regolamento. Durante il consiglio di Ottobre, ultimo del mandato Hogan, o successivamente, il Collegio dei Commissari dovrebbe esprimersi in proposito nelle prossime settimane. (Fonte: Confagricoltura)

Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI