COLDIRETTI: ALLARME MERCOSUR!

L'organizzazione agricola denuncia il rischio che il negoziato in corso porti a un nuovo stock di concessioni tariffarie

L’accordo Mercosur affossa il Made in Italy a tavola con pesanti ripercussioni per i consumatori e gli agricoltori italiani legate all’invasione di prodotti stranieri a dazio zero e al via libera ai tarocchi delle più note specialità tricolori. A denunciarlo è Coldiretti in riferimento al negoziato commerciale che l’Unione Europea ha intrapreso con i Paesi del mercato comune dell’America meridionale di cui fanno parte Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay. «Il timore è anche per la risicoltura Made in Piemonte che è già messa in crisi dalle importazioni a dazio zero dal sud est asiatico – sottolinea Paolo Dellarole presidente di Coldiretti Vercelli e Biella con delega al settore risicolo – In sud America, in particolare in Brasile ed in Argentina, si producono 25 milioni di tonnellate di riso, ma a preoccupare è la qualità del prodotto. Ad un passo dall’arrivo dell’etichettatura in Italia, questo accordo rischia di aggravare ulteriormente la situazione già difficile che stanno vivendo i nostri imprenditori risicoli. Un accordo che ancora una volta vede il settore agricolo trattato dall’Ue come merce di scambio senza alcuna considerazione del pesante impatto che ciò comporta sul piano economico, occupazionale ed ambientale – sostengono Roberto Cabiale vicepresidente di Coldiretti Piemonte e Bruno Rivarossa Delegato Confederale – Sicuramente, nei Paesi Mercosur, gli standard qualitativi ed i controlli sono diversi da quelli a cui dobbiamo attenerci in Italia ed in Europa per questo non avremmo garanzie sui prodotti e sulla loro tracciabilità. Continuiamo a seguire il negoziato, quindi, difendendo il lavoro delle nostre imprese agricole e le richieste dei consumatori che chiedono, prima di tutto, la trasparenza».

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI