BRUXELLES: ECCO COME SEMPLIFICHEREMO LA PAC

FacebookLinkedinTwitterWhatsAppPrintEmailLa Commissione europea mette mano alla nuovapolitica agricola comune (Pac) e annuncia l’arrivo di misure di semplificazione. Si parla della possibilità per gli agricoltori di rimediare ad un errore amministrativo...

ue2La Commissione europea mette mano alla nuovapolitica agricola comune (Pac) e annuncia l’arrivo di misure di semplificazione. Si parla della possibilità per gli agricoltori di rimediare ad un errore amministrativo nella domanda di aiuti diretti e della riduzione in alcuni casi dei controlli in azienda. L’approvazione è attesa per metà dicembre. Nell’ambito dei controlli preliminari per gli aiuti diretti, una misura “dovrebbe consentire alle amministrazioni nazionali di identificare problemi nelle domande degli agricoltori, in modo tale che fino a 35 giorni dopo la scadenza finale questi possano fare le correzioni senza incorrere in una sanzione” ha detto ieri il commissario europeo all’agricoltura, Phil Hogan, al Consiglio agricoltura. Un altro provvedimento annunciato da Hogan è relativo alla riduzione dei controlli in azienda per il 2016, a determinate condizioni. “Consentirà alle amministrazioni nazionali di indirizzare i controlli in loco laddove avranno maggiore efficacia” ha detto Hogan, a patto che i tassi di errore siano al di sotto del 2% e gli Stati membri abbiano aggiornato il sistema di identificazione delle parcelle agricole (LPIS) nell’arco degli ultimi tre anni. “Sarà possibile, per alcuni piani, ridurre i controlli in loco dal 5% a solo l’1% della dimensione del campione” ha aggiunto il commissario europeo all’agricoltura. Un’ulteriore riduzione sarà possibile aumentando l’efficienza dei controlli, evitando di ritornare più volte nel corso dello stesso anno nella stessa azienda. Altre nuove misure riguardano gli ‘aiuti accoppiati’ e i giovani agricoltori. (20.11.2015)

Categorie
InternazionaleRisicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI