AL MINISTERO NON PIACE IL RISO

Il Ministero dell'ambiente medita di mettere a secco tutta la risaia dalla Pianura Padana. La strategia Š stata dichiarata, anzi, urlata da Vincenzo Ferrara, il climatologo chiamato dal ministero...

®Chiudere il rubinetto mentre ci si lava i denti Š una buona idea, fa risparmiare tre litri dïacqua. Ma migliorare una tecnica di coltivazione Š molto pi— utile: un chilo di riso pu• costare mille litri di acqua o 6 mila litri di acqua, un chilo di cotone 3.400 litri di acqua o 20 mila litri. Se si risparmiasse il 10 per cento dellïirrigazione, e si pu• fare molto di pi—, si otterrebbe lïequivalente dellïacqua usata in tutte le case degli italiani¯. Vincenzo Ferrara Š il climatologo chiamato dal ministero dellïAmbiente a coordinare la Conferenza nazionale sul clima che si terr… ufficialmente il 12 e il 13 settembre, ma che di fatto Š gi… partita sperimentalmente perch‚ la siccit… di questi giorni spinge a rifare i conti del sistema idrico, il pi— direttamente minacciato dal global warming. ®Finora¯, continua Ferrara, ®abbiamo programmato le nostre attivit… economiche guardando nello specchietto retrovisore. La macchina del clima era ferma e il passato costituiva la migliore guida. Ma adesso, senza volerlo, abbiamo cominciato una corsa climatica: il panorama fisico attorno a noi cambia a una velocit… impressionante e per sopravvivere dobbiamo guardare avanti¯. Ferrara crede nel riso in asciutta. ®Se innaffio a pioggia e i campi non hanno drenaggio ottengo il massimo dello spreco. Bisogna fare il contrario: irrigazione calibrata e recupero delle acque, avendo cura di non mescolare quelle pulite e quelle inquinate. In Olanda per ottenere un chilo di grano usano 600 litri di acqua, in Italia ne servono 2.400. E poi cïŠ il problema di base: cosa coltivare. Nelle zone pi— aride alcuni prodotti finiranno fuori mercato¯.

Categorie
Riso in cucina
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI