SE LA RISAIA SPROFONDA…

Gli spagnoli stanno cercando una soluzione alla subsidenza del delta dell'Ebro

Fotografia per TERRE DEL RISOCome affrontare il fenomeno della subsidenza nel territorio del Delta dell’Ebro, una delle principali zone risicole spagnole? Gli studiosi dell’Irta, l’istituto di ricerca catalano, hanno studiato una soluzione per combattere il fenomeno, iniettando artificialmente dei detriti sui terreni interessati nell’ambito del progetto LIFE + Ebro-Admiclim. Si ipotizza infatti che il 45% dell’area risicola del Delta possa sprofondare sotto il livello del mare entro la fine del secolo. Si tratta di un fenomeno naturale, chiamato appunto subsidenza, peggiorato dal fatto che una parte dei sedimenti sono trattenuti a monte dalle dighe, e dall’innalzamento del livello del mare conseguenza dei cambiamenti climatici. Gli effetti principali sono la perdita di superficie coltivabile, e dunque di raccolto, e l’aumento della salinità dell’acqua. La soluzione prospettata dai ricercatori dell’istituto di ricerca  del governo catalano prevede che una parte dei sedimenti del fiume vengano immessi a monte in un depuratore, per poi essere reimmessi nella rete irrigua e nella parte finale del fiume, in modo che si distribuiscano sui terreni. Lo scopo del test pilota è di individuare un sistema che consenta la costante reimmissione di questi sedimenti aggiuntivi, il cui volume serve a compensare la subsidenza. Contemporaneamente, verrà controllato l’impatto dell’aggiunta del materiale sulla crescita del riso. Il quantitativo di detriti aggiunti ai terreni che fanno parte dello studio, pari a 0,5 kg per metro quadro, è paragonabile a quanto si accumulerebbe naturalmente in un secolo. Con questa indagine si valuteranno anche i risultati dell’uso dei fertilizzanti. Secondo quanto riportato dai ricercatori, al termine del primo anno di sperimentazione per ora non si sono registrati effetti significativi sulla coltura del riso, indipendentemente dal tipo di fertilizzante utilizzato.

Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI