PRIMI CAMPIONI DEL RACCOLTO 2020

I mediatori commentano la situazione del mercato dei risoni

Qualche prova di taglio ma nulla di più; mediatori, riserie e clienti attendono che gli agricoltori entrino con decisione nei campi a raccogliere. Molto richiesto l’Indica e il Tondo, meno cercato il Lungo A. «I prezzi non sono ancora ben definiti e quanto venduto finora è ancora una scommessa da riscuotere o da pagare – dichiara Stefano Pezzoni, pubblico mediatore (http://www.reschiriso.it/) – I mercati internazionali, al contrario, sono molto attivi in proposte ed offerte con prezzi interessanti e tanta quantità. Nel mezzo, il mercato europeo del consumo che ancora deve fare i conti con i problemi economici legati all’emergenza sanitaria, dalla quale non tutti sono ancora completamente usciti. C’è comunque da essere ottimisti vedendo i campi così belli e pieni, frutto del lavoro e della passione che i nostri agricoltori, nei tempi più cupi dell’epidemia, non dimentichiamolo, hanno con sapienza preparato e seminato».

Prezzi sul risone: Indica introvabile

Per l’Associazione Risicoltori Piemontesi (http://www.risicoltori.it/): «Le riserie sono in attesa del risone Indica ormai introvabile da parecchie settimane prezzo €. 320/330 ma tenderà a scendere a €. 300 a causa dei molti contratti in campo. Sul Tondo, per Sole e Centauro è possibile vendere anche il risone della vecchia campagna al prezzo di €. 320; mentre sull’eventuale Terra nuova campagna il prezzo è €. 300; Lungo A (Luna e Dardo) prezzo €. 320. Interno: S.Andrea €. 400 – Cammeo o Baldo €. 400 – Barone €. 350 – Carnaroli €. 470-480 e Volano €. 450-460. Questi sono i prezzi sul risone nuova campagna che rispecchiano abbastanza i contratti di coltivazione fatti nei mesi scorsi».

Raccolto 2020: le quotazioni sulle prime partite di risone

«Dopo l’arrivo delle primissime partite di risone, sembra iniziare la fase di ripresa delle quotazioni per quasi tutte la varietà – spiega Consorzio Vendita Risone Società Cooperativa (http://www.cvrvercelli.com) di Vercelli: I compratori dell’Indica sono ormai in attesa del nuovo prodotto per il quale si spendono tra i 32€ e i 33€; i “primi” Sole sono stati richiesti a 35€, anche il Centauro si attesta sulla stessa cifra mentre il Selenio dovrebbe essere valutato 40€; arrivano alcune richieste anche per il Tipo Ribe con possibilità di commercializzarlo a 32€. Il raccolto è iniziato anche per i risi da interno come il Carnaroli per il quale però non ci sono state ancora offerte concrete ma solo ipotesi. Stessa cosa vale per l’Arborio e i suoi similari; poche offerte ricevute per il Barone, il Baldo e le restanti varietà».

Buona qualità per il risone raccolto nel 2020

«Per il momento la qualità del prodotto è buona – specifica Andreea Lazar, mediatrice del vercellese – Parliamo di indica e qualche lungo A. Tra i prezzi applicati segnalo 33€/qle. per l’Indica e 32/33€/qle. per Lungo A. Ovviamente con l’arrivo del grosso taglio questi prezzi cambieranno nuovamente. Per il tondo generico si fanno trattative a 30euro. Per Centauro a 33 o 35 si fa pagamento e ritiro nel nuovo anno; il Selenio a 38€/qle; Barone 33/35. Per vecchio raccolto risi da interno 45€/qle. di media ( qualcosa in più per Carnaroli)».

Prezzi bassi

«La nuova campagna è partita molto bene – afferma Giovanni Migliavacca, mediatore del milanese – Le varietà tagliate si presentano molto belle e di ottima qualità, purtroppo i prezzi come sempre durante il raccolto sono a ribasso. I mercati di esportazione: tipo Ribe a 32€/qle; Originari a 31€/qle; Selenio si mantiene a 37€/qle; Lunghi B a 35€/qle; Baldo con similari a 45€/qle. I marcati da interno: Arborio, Volano e similari a 42€/qle; Roma e Barone stabili a 40€/qle; S.Andrea e similari a 45€/qle. Il Vialone Nano sempre in crisi a 50€/qle ma invendibile. Risoni biologici ancora poco cercati: Lungo B a 70€/qle. è il più cercato; Ribe e Tondi a 65€/qle; Arborio e Carnaroli a 70€/qle. Sottoprodotti: corpettone a 410€/t; corpetto a 400€/t; mezzagrana a 395€/t; granaverde a 270€/t; farinaccio a 175€/t; pula max 2,5% a 108€/t; pula verg. max 1,7% a 129€/t; lolla a 88€/t». «Sono  arrivati i primissimi campioni di Ariete; Nemesi; CL26 – Adelio Grassi, mediatore del novarese – la qualità sembra buona e così pure la produzione ma ancora non ci sono quotazioni». Autore: Martina Fasani

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI