Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

MOLTO RISONE DA RITIRARE E POCO DA VENDERE

da | 8 Lug 2021 | NEWS

Sulla Borsa Merci di Milano quotazioni stabili: mercato generalmente stabile fatta eccezione per ulteriori lievi incrementi (+5) su Balilla e Centauro e Sole che si attestano rispettivamente a 330-355 €/t e a 345-355€/t. Baldo si stabilizza a 317-337 €/t, dopo il deciso calo fatto registrare nelle scorse settimane (-20); stabile anche Roma dopo il calo della scorsa settimana (-10), a 355-360 €/t; stabile Vialone Nano dopo la crescita (+25) delle scorse settimane, a quota 570-600 €/t; anche Selenio rimane stabile a quota 450-480 €/t dopo avere raggiunto il picco nelle scorse settimane (+50); stabili anche Dardo, Luna CL e similari dopo la breve fase di crescita delle scorse settimane, ora a 315-335 €/t; stabili Lido, Crono, Flipper e similari a 310-330 €/t dopo la crescita (+10) delle scorse settimane; stabili Volano e Arborio a 435-445 €/t e Carnaroli e similari a 450-480 €/t. Il Lungo B, dopo lo stallo durato alcune settimane e la ripresa delle scorse settimane (+5), ancora stabile a 370-380 €/t; stabile anche Sant’Andrea, dopo la fase di crescita delle scorse settimane (+10), attestandosi a 385-420 €/t; stabili le quotazioni del gruppo Ribe nei risi lavorati; nessuna variazione di prezzo per le altre varietà.

Commenta così il mediatore Stefano Pezzoni:  «Si evidenzia un aumento delle quotazioni dei risoni a grana tonda, forse spinte da un irrigidimento dell’offerta che vedendo la differenza raggiunta tra la quotazione del Selenio e degli altri tondi, sta cercando di ridurre questa differenza alzando la quotazione richiesta per la vendita degli altri tondi. Gli scambi sono tuttavia molto ridotti. L’impressione è che di merce ne rimanga molta da ritirare ( 161.769 ton stima enr del 30/6 contro le 140.557 ton del 2020) e poca da vendere ancora. Tutto ciò probabilmente condizionerà l’inizio della raccolta ove non si dovrebbe vedere una frenesia di acquisti e ritiri immediati e un livello di partenza in linea, se non inferiori di qualcosa, con i contratti presemina».

Questa l’analisi della Granaria di Milano: «Nel riso calano le rotture mentre nei risoni variano; in aumento soltanto Balilla, Centauro e Sole e quindi nei risi, l’Originario». Autore: Milena Zarbà

tabella milano