"LE MISCELE DI RISO? DOBBIAMO RIPARLARNE"

...

Legge sul mercato interno del riso di nuovo in discussione. C’era da prevederlo. Dopo la “dichiarazione di voto” espressa dalla Coldiretti nei giorni scorsi – approvare in fretta la riforma della legge del 1958 ma a condizione di introdurre un sistema di certificazione della tracciabilità del riso italiano proposto dalla bonomiana – Confagricoltura si è irrigidita. Ci ha pensato il responsabile della federazione riso dell’organizzazione, Giuseppe Ferraris (foto piccola), ad accendere la miccia: “Siamo d’accordo sulla tracciabilità ma vogliamo ridiscutere il protocollo proposto da Coldiretti e Ente Risi, che così com’è non accettiamo”. Ferraris l’ha detto a margine delle proteste di Novara contro le importazioni cambogiane: “L’argomento della legge sul mercato interno del riso è oggetto di discussione vera all’interno dell’organizzazione” ha puntualizzato, spiegando che il 22 luglio ci sarà una riunione di federazione alla presenza del presidente di Confagricoltura Mario Guidi. Per il pomeriggio è già programmata una riunione del tavolo di filiera al Ministero e la volontà di rimettere tutto in discussione è forte in Confagricoltura, dopo i malumori scatenati dalla richiesta, emersa nelle scorse settimane, di poter miscelare tutte le varietà non comprese nella griglia dei risi tradizionali: “Diciamo un no secco alle miscele indiscriminate” ha scandito Ferraris di fronte a un centinaio di risicoltori, riferendosi alla bozza della legge su cui era stato siglato al Mipaaf un pre-accordo e che prevedeva le miscele, è stato spiegato, solo tra le varietà di Lungo B e le varietà di tondo. (14.07.14)

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI