IL DOSSIER DI ENTE RISI NON MENTE

CIA Lombardia presenta il conto salato post alluvione
Alluvione a Palestro
Alluvione a Palestro

Dopo le violenti alluvioni che si sono abbattute violentemente in Piemonte e Lombardia è il momento di fare la resa dei conti sui danni. Le associazioni agricole, come Cia Lombardia, si sono mobilitate e, come richiesto dal ministro Bellanova, è stato inviato il dossier di Ente Risi delle aziende più colpite.

I danni delle alluvioni stimati da CIA Lombardia

«L’area più colpita dall’alluvione è quella piemontese ma anche nel pavese i danni sono rilevanti e si aggirano intorno migliaio di ettari per quanto riguarda gli agricoltori» riferisce Giovanni Daghetta, presidente di CIA Lombardia. «È stato stilato un elenco delle aziende più colpite, poi inviato al ministro Bellanova che aveva richiesto di essere informata. C’è poi tutta una serie di danni alle infrastrutture irrigue, di entità purtroppo molto più importante perché, oltre al sovrappasso del Canale Cavour, si è verificata tutta una serie di danni collaterali alle strutture più piccole che complessivamente si aggirano intorno ai 25 milioni di euro.

Per quanto riguarda il Canale Cavour sono iniziati i lavori di manutenzione, mentre per le strutture più piccole si stanno stilando i preventivi. Molti degli agricoltori colpiti non hanno ancora raccolto il riso che era stato sommerso dall’acqua e qualcuno dice che non lo raccoglierà neanche più. Benché in alcuni casi il riso non sia molto danneggiato all’aspetto esteriore, qualcosa purtroppo rimarrà in campagna». Autore: Milena Zarbà

Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine Facebook, Instagram, TwitterLinkedin 

 

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI