DAZI IN AUMENTO PER IL SEMIGREGGIO

Boom di importazioni, si passa da 30 a 42,5 euro a tonnellata. Record anche per i Paesi beneficiati dalla direttiva Eba

eu-flagDazi in aumento per i risi semigreggi: il dato deve essere confermato dopo il 31 agosto, a conclusione dell’anno agricolo in corso. Ma il numero di licenze per l’importazione rilasciate durante le ultime settimane (ad eccezione del Basmati) hanno di fatto portato a superare il livello di 382.226 tonnellate, soglia oltre la quale scatta l’aumento dei dazi da 30 euro la tonnellate a 42,5 euro la tonnellata. Il Comitato ricorda infatti che i dazi all’importazione per il riso semigreggio sono fissati a 30 euro (circa $ 33) per tonnellata dal marzo 2012 (vedi Reg. UE 191/2012 No): l’aumento scatta se nel corso dell’ultima campagna di commercializzazione le importazioni di questo tipo sono state tra 382.226 e 517.310 tonnellate. Nessuna modifica in vista per i dazi all’importazione di riso lavorato. La Commissione europea ha infatti pubblicato un nuovo aggiornamento della situazione del mercato del riso dell’UE dopo la riunione del Comitato di gestione del 25 agosto. Due nuovi record sono stati raggiunti:  le importazioni globali di riso nella UE segnano + 17% sull’anno precedente. Nel mese di luglio l’importazione totale aveva raggiunto 1.259.086 tonnellate, contro le 1.079.822 tonnellate dell’anno precedente, e la tendenza mese di agosto non sembra così diversa. Anche l’importazione da paesi EBA (Evenrything but Arms) ha raggiunto un nuovo record, registrando + 11% rispetto al 2014/2015. Nel luglio 2016 l’importazione ha raggiunto 347.663 tonnellate, mentre nel luglio 2015 questo livello era 312.456 tonnellate. Al contrario, le esportazioni totali dall’Europa sono diminuite del 5%, passando dalle 231.364 tonnellate di luglio 2015 alle 218.949 tonnellate del luglio di quest’anno.

Categorie
Uncategorized
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI