AUMENTO RECORD DELLE IMPORTAZIONI NELL’UE

L'esito del comitato per l'ocm del 29 settembre. La direttiva EBA "sconta" il dazio al 27% del riso in ingresso

eu-flagAumento record del 14% per le importazioni di riso nell’UE: è il risultato della riunione del Comitato per l’organizzazione comune dei mercati agricoli, tenutasi a Bruxelles il 29 di settembre. Nella campagna 2015/2016 sono state importate 1.363.755 tonnellate , mentre l’anno precedente le tonnellate erano state 1.193.158. Questi dati non includono le rotture di riso. Le tendenze, come sottolinea il Comitato, hanno andamenti diversi per i diversi prodotti. Ma a parte le rotture di riso, in diminuzione del 23% e passando da 339,652 tonnellate del 2014/2015 a 261,752 tonnellate del 2015/2016, tutte le importazioni di altri prodotti sono in crescita: lavorato e semilavorato aumentano del 5% , passando da 693,066 tonnellate del 2014/2015 alle 730.250 tonnellate del 2015/2016. Molto più alta è la crescita del riso semigreggio (non basmati), che segna + 36%, passando da 184.454 tonnellate del 2014/2015 alle 250.173 tonnellate del 2015/2016. Il semigreggio Basmati limita la sua crescita al 2%, passando da 294.088 tonnellate del 2014/2015 a 301.107 tonnellate del 2015/2016. Boom di risone: + 282%, passando da 21.550 tonnellate del 2014/2015 a 82.550 tonnellate del 2015/2016. Le importazioni più rilevanti sono provenienti da uno dei paesi dell’EBA, la Cambogia, con il 23,4%; segue l’India (22,5%), Thailandia (17,5%), Pakistan (11,6%), Guyana (11,1%), Myanmar (3,5%), Stati Uniti (3%), Uruguay (2,6%), Vietnam (1.9 %) e altri (2,9%). Il riso importato nell’ambito del regime Eba, Everything but Arms rappresenta il 27% del totale delle importazioni, il Basmati il 22%, import con regime non preferenziale il 32%, ACP (regime per dell’Africa, dei Caraibi e del Pacifico) il 12% e CT (contingenti tariffari) il 7%. Le importazioni di Basmati sono cresciute 2%, così come il riso in piccole confezioni (+ 15%).

Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI