«AGRICOLTORI ESONERATI SUGLI IMBALLAGGI»

Confagricoltura Pavia offre una lettura del collegato agricolo che esonera le imprese dall'obbligo di iscrizione ai consorzi

La Legge 154/2016 “Collegato agricolo” esonera con efficacia retroattiva le imprese agricole che utilizzano o importano imballaggi dall’obbligo di iscrizione al Conai e ai Consorzi di filiera e alla relativa contribuzione.  L’applicazione di tale disposizione, a causa di una non del tutto chiara formulazione dell’articolo, sta creando diversi problemi interpretativi, che potranno essere superati con uno specifico parere del Ministero dell’Ambiente, osserva Confagricoltura Pavia.
In attesa che si risolvano i suddetti problemi, si sottolinea che, a partire dall’entrata in vigore del collegato agricolo, si applicano comunque le seguenti semplificazioni:

  1. le imprese agricole che utilizzano o importano imballaggi non sono tenute ad aderire al CONAI e ai Consorzi di filiera (Ricrea, CiAl, Comieco, Rilegno, Corepla, Coreve), né al versamento della relativa quota di iscrizione;
  2. tale disposizione ha effetti retroattivi per cui non è più applicabile la specifica sanzione per l’omessa iscrizione, che poteva essere comminata alle imprese agricole non iscritte a CONAI.

In merito al versamento del contributo ambientale, il cosiddetto CAC, si sta sviluppando il dibattito interpretativo più accesso. Si sottolinea che sia il CONAI che gli altri settori economici ritengono ingiustificata un’applicazione della semplificazione al solo comparto agricolo e sostengono che l’esenzione si applichi alla sola quota di iscrizione e non al CAC.

Nel caso dovesse essere confermata quest’ultima interpretazione, l’organizzazione agricola sottolinea che nell’ambito della interlocuzione con il CONAI si è comunque richiesto di definire procedure semplificate di dichiarazione e di versamento del contributo ambientale Conai, nonché di quantificazione dello stesso in modo da renderlo meno oneroso per le imprese agricole prevedendo anche specifiche fasce di esonero.  Dalle analisi fatte sino ad oggi, infatti, risulta che l’impatto percentuale del CAC sul costo dell’imballaggio agricolo incide in media: 10-15% per gli imballaggi in plastica (con casi anche che arrivano al 50%), 1.5 % per gli imballaggi in carta, 3% per gli imballaggi in legno.

Categorie
Norme e tributi
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI