Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

RISO CRIMINALE

da | 8 Dic 2013 | Riso in cucina

mdmaDi sicuro non è il miglior utilizzo del chicco bianco, e certamente non è un metodo che invitiamo a sperimentare. Ma, tra le tante virtù del riso, c’è la sua capacità di “trattenere” l’umidità. E’ per questo motivo che a Castelletto Borgo, in provincia di Mantova, un giovane venticinquenne ha pensato bene di utilizzare proprio il riso per nascondere la droga: gli stupefacenti  erano in cantina, confusi tra i chicchi proprio  per preservarli dall’umidità. C’erano otto grammi di cocaina, un paio di  grammi di polvere di ecstasy e 180 grammi di hascish. In un bicchiere di riso parboiled, gli agenti hanno scoperto un porta rullino fotografico  con dentro due fagottini di velo plastico: in uno c’era la cocaina, quasi otto  grammi, nell’altro il Mdma (nella foto), droga da sballo per il sabato sera. Ce n’era  abbastanza per confermare le ipotesi della squadra mobile. E ai polsi del giovane, che non ha precedenti con la giustizia, sono scattate le manette. (8.12.13)

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio