UN DOSSIER CONTRO L’UE

FacebookLinkedinTwitterWhatsAppPrintEmailLa filiera del riso italiano sta preparando un dossier sui costi della risicoltura per dimostrare all’Europa che gli agricoltori “non ci stanno dentro” e che le importazioni a dazio...

La filiera del riso italiano sta preparando un dossier sui costi della risicoltura per dimostrare all’Europa che gli agricoltori “non ci stanno dentro” e che le importazioni a dazio zero dalla Cambogia sono distorsive del libero mercato. Un documento diventato indispensabile, per convincere Bruxelles ad attivare la formula di salvaguardia, da quando si è scoperto che gli uffici comunitari lavorano su dati sbagliati. Anzi, a dir poco fantascientifici. Un documento della DgAgri, rinvenuto da un ricercatore inglese, a sua volta incaricato dell’indagine dall’industria risiera europea, afferma che I costi medi di un’impresa risicola lombarda ammontano a 869 euro ad ettaro. Di poco superiori quelli piemontesi: 877. Se così fosse, l’attuale aiuto comunitario li coprirebbe per intero. Invece, lo studio sul bilancio dell’azienda risicola redatto dall’Associazione laureate in scienze agrarie di Vercelli – scaricabile dalla sezione Pubblicazioni del nostro sito – dimostra che I costi di un’azienda risicola non possono essere inferiori a 2300 euro a ettaro. Il divario statistic tra le due stime è macroscopico: secondo l’Ue, in Piemonte la semente di riso costa 80 euro ad ettaro, secondo gli agronomi si aggira tra 152 e 162 in base all’ettarato aziendale; per Bruxelles, l’irrigazione vale 86 euro ad ettaro, mentre il valore rilevato a livello nazionale è di 217. Il fertilizzante? 169 euro per ogni ettaro, contro un intervallo 366-385… Pare che la rilevazione europea risalga al 2005. Non c’è da stupirsi se a fare pressioni perché Bruxelles difenda meglio il riso europeo non è più solo l’Italia, ma anche Portogallo, Francia, Spagna, Grecia, Ungheria e Romania. Non solo. Al “cartello” si sarebbero uniti anche gli industriali risieri inglesi, danneggiati dal prodotto d’importazione che sbarca in Europa già lavorato. (10.03.14)

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI