Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

RISO DA FORMULA UNO

lolla

Utilizzando una serie di materiali sostenibili nella mescola del battistrada derivati anche dalla lolla del riso, Goodyear Tire & Rubber Company ha sviluppato il prototipo di pneumatico Eagle Go, che sarà montato sulla nuova concept car di Citroën, la Oli.

OLI VEGETALI SOSTITUISCONO I DERIVATI DEL PETROLIO

Si tratta del terzo pneumatico che Goodyear sta sviluppando con Citroën ed è stato creato per ottimizzare efficienza, durata e comfort. Si utilizza una mescola del battistrada composta per lo più da materiali sostenibili o riciclati, tra cui oli di girasole, resine di pino, gomma naturale e silice di lolla di riso.
Gli oli di girasole e le resine di pino sono soluzioni rinnovabili per sostituire gli oli derivati dal petrolio. Questi materiali sono attualmente utilizzati per produrre “inchiostro vegetale” per le stampanti. L’obiettivo di Goodyear è quello di sostituire completamente gli oli di petrolio nei suoi prodotti entro il 2040.

GOMMA NATURALE E SILICE DI LOLLA

La gomma naturale dell’albero Hevea brasiliensis è utilizzata per sostituire la gomma sintetica derivata dal petrolio, seguendo metodi di coltivazione responsabili. La silice della lolla di riso, ottenuta dalla lavorazione del riso, può ridurre i rifiuti in discarica. In passato è entrata come componente del cemento armato.
Il pneumatico di nuova concezione può essere ricostruito due volte, aumentandone la durata. Goodyear ha fissato l’obiettivo per Eagle GO di raggiungere i 500.000 km grazie al riutilizzo della carcassa sostenibile e del battistrada rinnovabile.

LA TECNOLOGIA SIGHTLINE

Eagle GO utilizza la tecnologia SightLine di Goodyear. La tecnologia comprende un sensore che monitora una serie di parametri di salute dei pneumatici, già applicata per aiutare i clienti delle flotte di Goodyear. L’obiettivo è ridurre gli sprechi e aumentare l’efficienza mantenendo la pressione e le condizioni ideali dei pneumatici.

Il monitoraggio dello stato di salute dei pneumatici è un fattore importante per determinare se un pneumatico può essere ricostruito o meno, aumentando così la circolarità e l’efficienza. L’incorporazione di questa tecnologia nel concept di pneumatico Eagle GO è in linea con l’obiettivo di Goodyear di reinventare gli pneumatici e l’assistenza offrendo dati e intelligenza abilitata da sensori in tutti i nuovi prodotti entro il 2027.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

* Campo obbligatorio