Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

MA SONO LUNGHI A O LUNGHI B?

da | 18 Mag 2024 | NEWS

semine

Quotazioni stabili nel mercato del risone. Il listino emesso a Mortara riporta un’unica variazione frutto di allineamento a valutazioni già registrate altrove. Ciò nonostante l’orizzonte temporale sia di quindici giorni, a causa della mancata pubblicazione di settimana scorsa. L’apprezzamento è quello dei lunghi A da parboiled, tornati in tutte le sedi a 50 €/q lordi trainati dagli indica.

LA SCARSA DISPONIBILITÀ DI INDICA SPINGE LA DOMANDA PER I LUNGHI A

La domanda continua ad interessarsi maggiormente a questo comparto nelle ultime sedute, malgrado la disponibilità trasferibile sia tra le più elevate nella rilevazione settimanale di Ente Risi (vedi), sia rispetto al raccolto sia in confronto alle annate passate. Come abbiamo spiegato nell’ultima analisi (leggi), ciò accade in relazione a quanto avviene nell’altro comparto per il quale i compratori dimostrano la maggior volontà d’acquisto, i lunghi B. Per questi risi la disponibilità trasferibile è scarsa e la carenza di merce importata sta concentrando il loro utilizzo per gli usi a cui questa era dedicata, uno dei due segmenti di mercato a cui si dedicano principalmente gli “indica” nostrani. L’altro è appunto la parboilizzazione, che orfana dei lunghi B si sta concentrando in toto sui lunghi A, oggi più disponibili ed a buon mercato, con una quotazione inferiore di 5 €/q.

IMPORT IN CALO

Questa situazione regge ad oggi grazie alle grandi difficoltà presenti nel commercio internazionale. Difficoltà scaturite dal complicato momento geopolitico e testimoniate da un import in calo del 26% su base annua. Si pensi ad esempio alle azioni degli Houthi nel Mar Rosso.

Il problema non è la carenza di offerta a livello mondiale, con produzioni globali in crescita grazie ad exploit come quello della Cambogia. Come spiegato da Enrico Losi, esperto di mercato dell’Ente Risi, dai report dell’USDA si rileva che dal 2022 la produzione di riso in questa nazione del Sud-est Asiatico, 3° Paese per importazioni in Italia e primo tra i Pma, è talmente superiore alla domanda da determinare un consistente incremento degli stock. Questo potrebbe portare, nel caso in cui il commercio internazionale dovesse tornare su livelli più vicini allo standard degli ultimi anni, ad avere un’offerta sovrabbondante. in quel caso, si prospetterebbe un conseguente calo nei prezzi.

INTERESSE IN CRESCITA, ARIA DI RIALZI

Un’ipotesi che pare remota al momento, alla luce di una domanda che, come avvenuto ad inizio ad inizio settimana, cresce seppur lentamente. Ciò avviene in quanto a livello interno, a causa delle difficoltà agronomiche causate dal clima, ci si aspetta un raccolto in ritardo, con proporzioni difficili da prevedere tra i vari comparti e, se l’autunno non dovesse aiutare, deficitario. Tali elementi stanno giocando a favore dei prezzi, con la fine dei cali in tutti i comparti ed un’aria di rialzo in alcuni scaturita del cambiamento nell’equilibrio domanda offerta, con la prima più presente.

Ne risulta ad esempio che per i lunghi A generici più pregiati, qui ancora quotati al contrario delle sedi piemontesi, sia deficitaria la valutazione ufficiale. Di riflesso a quanto descritto sopra per le varietà meno apprezzate del comparto, infatti, si è tornati a scambiare sulla base di 55 €/q lordi in gran parte dei casi.

SIMILARI CARNAROLI TRA 50 E 52 EURO

Negli altri segmenti di mercato si registra il mancato allineamento anche a Mortara per il passo indietro dei similari di Carnaroli, visto una decina di giorni fa a Vercelli e riconfermato in quella sede martedì. Il massimo per questi risi resta così 52 €/q lordi nella sede lombarda. Valutazione reale, sebbene riconosciuta nel pratico per le partite dalla qualità merceologica ottimale solo delle varietà più apprezzate in griglia, come Caravaggio.

Stabili anche le quotazioni di gruppo Roma, scambiato ai valori a listino, e Arborio, per il quale nei rari casi di partite con resa vicina al 60% si può ottenere anche qualche € in più. I tondi, infine, continuano a vedere una leggera crescita nell’interesse per Sole, tornato stabilmente a 45 €/q lordi, valutazione già espressa a Mortara. Segnali di ripresa per la domanda anche di Selenio e Centauro, in virtù di disponibilità ridotte e con prospettive di semina incerte. Autore: Ezio Bosso.

Puoi seguirci anche sui social: siamo presenti su facebook, e linkedin. Se vuoi essere informato tempestivamente delle novità, compila il modulo newsletter e whatsapp presente in home page. Se vuoi leggere ricette e notizie sul riso in cucina trovi tutto su http://www.risotto.us e se vuoi comprare dell’ottimo riso in cascina collegati a http://www.bottegadelriso.it

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio