Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

ICH LIEBE, MON AMOUR

da | 1 Lug 2017 | Non solo riso

Ich liebe risotto…, J’aime risotto: il nostro piatto nazionale si fa conoscere nelle capitali del gusto europee, Parigi, Lione in Francia, Amburgo, Berlino e Monaco di Baviera in Germania attraverso rispettivamente la «Settimana del risotto» e il «Risotto roadshow». In entrambi i casi si tratta di un’iniziativa promozionale organizzata da ITA (Italian Trade Agency) con il supporto tecnico dell’Ente Nazionale Risi.

In Francia,  l’ambasciatore della «Settimana del Risotto» non è semplicemente un fan, ma è lo chef francese Philippe Léveillé, star del famoso “Miramonti l’Altro” di Concesio, in Lombardia, e de “L’Altro” di Hong Kong. Quindici cuochi di alto livello lo hanno seguito in questa avventura e cucinano tre risotti, sia in versione salata che dolce, dal 26 giugno al 2 luglio in vari ristoranti tra Parigi e Lione. Tre le varietà prescelte: Vialone Nano, Carnaroli e Arborio. Ogni chef ha scelto la tipologia più adatta alla sua ricetta, nel rispetto delle regole di base della cucina italiana, che si differenziano sostanzialmente dal modo di trattare il cereale che è prevalso finora nella cucina francese: dunque, non lavare il riso, non usare panna ma solo burro o olio d’oliva e monitorare la cottura aggiungendo gradualmente il brodo caldo, con una noce di burro. Léveillé ha potuto incontrare i suoi colleghi, spiegando esattamente le regole per cucinare un risotto a tre stelle. L’iniziativa è stata presentata alla stampa francese e in particolare a quella specializzata e in questo periodo sono stati pubblicati avvisi pubblicitari e un opuscolo che riporta le informazioni generali sul riso italiano e numerose ricette sarà distribuito dalle principali riviste di cucina transalpine.

In Germania il mediatore della cultura del risotto è lo chef stellato altoatesino, Herbert Hintner del ristorante “Zur Rose” di Appiano: è stato lui a svelare ai colleghi tedeschi i segreti di questo piatto. Così dal 12 giugno nella capitale, a Monaco e ad Amburgo si è diffusa la conoscenza del risotto, che diventerà più facile da apprendere anche grazie ad uno show cooking organizzato per la stampa. Preparate in questa occasione cinque portate tra cui tre diversi risotti per raccontare, e soprattutto far assaporare, il cereale italiano ai media tedeschi. Un tecnico dell’Ente Nazionale Risi è presente in ogni occasione, e supporta la documentazione predisposta dall’ente italiano, che fornisce anche la materia prima per le preparazioni. «Si tratta di una grande occasione per il nostro prodotto – spiega il presidente dell’Ente Nazionale Risi Paolo Carrà – e dobbiamo ringraziare ITA per la sensibilità dimostrata verso il riso, finanziando interamente questa campagna. Il mercato tedesco è strategico per il riso e la diffusione del risotto è la chiave per aprire nuovi spazi in questo mercato. Insegnare ai cuochi stranieri la preparazione del piatto nazionale e diffondere questa competenza attraverso le riviste specializzate ci darà una grossa mano ad esportare nel Nord Europa le varietà tradizionali da mercato interno». Ogni anno la Germania importa 100mila tonnellate di riso ed è il primo cliente europeo del cereale italiano.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio