Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

I NOSTRI AFFITTI SONO I PIU’ CARI D’EUROPA

da | 5 Apr 2022 | NEWS

SPAGNA

Ogni fattore di produzione utilizzato in agricoltura produce tipicamente un reddito e la terra può produrre anche un affitto. Capire i prezzi della terra e le rendite è anche un elemento chiave per interpretare le prospettive future. Il livello dei prezzi della terra dipende da una serie di fattori nazionali (leggi), regionali (clima, vicinanza alle reti) e localizzati (qualità del suolo, pendenza, drenaggio e così via). Altri importanti fattori sono le forze di mercato della domanda e dell’offerta (inclusa l’influenza delle regole di proprietà straniera).

La competizione per la terra non viene solo dagli agricoltori, ma anche da altri che progettano di usare la terra per scopi diversi. Interessante vedere i prezzi in un punto nel tempo e notare gli sviluppi dei prezzi per le regioni europee.

GLI AFFITTI IN EUROPA

Tra gli Stati membri, il prezzo medio di acquisto di un ettaro di terreno coltivabile in questi anni è stato il più caro nei Paesi Bassi (una media di 69.632 euro nel 2019). In effetti, il prezzo dei terreni coltivabili in ogni regione dei Paesi Bassi era superiore a tutte le altre medie nazionali disponibili nell’Unione. I prezzi più alti per i terreni coltivabili erano nella regione spagnola delle Canarie (una media di 120.477 euro per ettaro nel 2020).

I terreni coltivabili erano più economici in Croazia, dove un ettaro costava in media 3.440 euro nel 2020. Dai dati disponibili, la più forte crescita del prezzo d’acquisto tra il 2011 e il 2020 per un ettaro di terreno coltivabile è stata in Romania e in Repubblica Ceca (entrambe con un aumento di oltre cinque volte).

Forti aumenti sono stati registrati in Estonia e Lituania (entrambi con un aumento di circa tre volte e mezzo, pur rimanendo tra le medie nazionali più basse dell’Ue), e in Bulgaria, Ungheria e Polonia (entrambi più che raddoppiati). I prezzi sono aumentati anche nella maggior parte degli altri Stati membri, anche se a tassi molto più bassi. L’eccezione degna di nota è stata la Grecia, dove il prezzo medio dei terreni coltivabili è diminuito (-18% nel periodo in esame).

CONFRONTO TRA ACQUISTI DI TERRENI A DIVERSA VOCAZIONE

In quasi tutte le regioni per le quali sono disponibili dati, l’acquisto di terreni coltivabili è stato più costoso dell’acquisto di pascoli permanenti (fino a 20 volte più costoso nelle isole greche di Voreio Aigaio e nella regione spagnola di Murcia). L’acquisto di terra arabile irrigabile si è rivelato più costoso di quello della terra arabile non irrigabile in quasi tutte le regioni della Spagna (era quasi sei volte più costoso nella regione spagnola di Murcia) e della Slovacchia, ma più economico in quasi tutte le regioni italiane (in particolare in Liguria dove era la metà del prezzo).

TERRENI IN AFFITTO IN ITALIA E IN EUROPA

Molti agricoltori affittano la loro terra, come decisione commerciale a breve o a lungo termine. Il costo dell’affitto della terra è un altro fattore che gli agricoltori devono considerare nella loro attività. Rispecchiando la variazione dei prezzi dei terreni arabili, anche i prezzi annuali di affitto di un ettaro di terreno agricolo (arabile o prato permanente) variano notevolmente tra i paesi e le regioni.

L’affitto di un ettaro di terreno coltivabile o di prato permanente si rivela più costoso in Italia (una media di 837 euro all’anno), seguita da vicino dai Paesi Bassi (una media di 819 euro – nel 2019). La media regionale più alta per l’affitto di un ettaro di terreno arabile o di prato permanente nel 2020 era in Friuli-Venezia Giulia (1.714 euro). Qui, in questi anni era leggermente più del doppio della media nazionale. L’affitto di terreni agricoli nel 2020 era più economico in media in Slovacchia (57 euro per ettaro). Tuttavia, le regioni più economiche dell’Unione sono Mellersta Norrland e Övre Norrland in Svezia (entrambi 34 euro per ettaro nel 2020).

UN BUON METODO PER UN BUON CONFRONTO

I prezzi e gli affitti dei terreni agricoli vengono raccolti su base annuale e una metodologia comune è stata sviluppata come base per statistiche comparabili. Queste serie di dati sono state rese pubbliche nel 2018. I prezzi dei terreni agricoli si riferiscono a un ettaro di terreno agricolo libero durante il periodo di riferimento (un anno civile). A seconda dello Stato membro, questi prezzi possono essere raccolti dal proprietario del terreno agricolo che vende (prezzi di vendita) o dalla persona fisica/giuridica/persona giuridica che acquista il terreno a fini agricoli (prezzi di acquisto).

Gli affitti dei terreni agricoli si riferiscono al valore di un ettaro di terreno agricolo durante il periodo di riferimento (un anno civile). Il prezzo d’affitto dovrebbe essere riscosso dalle aziende agricole che affittano la terra a fini agricoli (prezzo d’affitto pagato). I prezzi e gli affitti espressi in valuta nazionale sono convertiti in euro utilizzando il tasso di cambio annuale corrispondente, per consentire il confronto tra gli Stati membri.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio