Ricerca Avanzata


Data inizio:
Data fine:

GRECI CONTRO L’IMPORT TOLERANCE

import tollerance
Fronte unito dai paesi produttori di riso contro l’innalzamento dei limiti del triciclazolo nel cereale di importazione: anche la Grecia ha deciso di sostenere gli sforzi di un gruppo di paesi dell’Ue (Italia, Spagna e Francia) per ribadire il no alle importazioni di riso asiatico contenente il triciclazolo già espresso nel dicembre dello scorso anno.

L’uso di questo principio attivo è vietato nell’Unione Europea dal 2016, ma è ampiamente utilizzato dai paesi del sud-est asiatico che esportano riso in Europa.

Sempre nel dicembre 2023, il Parlamento Europeo ha deciso di respingere la proposta della Commissione di aumentare il limite del triciclazolo (da 0,01 a 0,09 mg/kg) nelle importazioni di riso da alcuni paesi asiatici e sudamericani. Questa decisione è importante per mantenere la competitività dei produttori europei di riso e garantire la sicurezza alimentare dei consumatori.

L’IMPORT DALL’ASIA SUPERA LE 149 MILA TONNELLATE

Secondo i dati AgroTypos, solo nei primi nove mesi del 2023, le importazioni di riso da India, Pakistan, Vietnam, Myanmar e Cambogia hanno superato le 149.000 tonnellate in Italia. LEGGI L’ARTICOLO.

Il Ministero degli Affari Interni e delle Comunicazioni della Grecia conferma: «Su iniziativa del ministro dello Sviluppo agricolo e dell’alimentazione Lefteris Avgenakis e nell’ambito delle sue azioni volte a rafforzare l’estroversione del settore agricolo, si tenta di fermare le importazioni favorevoli di riso asiatico contenente il principio attivo triciclazolo. Ciò mette fine alle conseguenze dannose per gli agricoltori greci derivanti dalla concorrenza sleale dei prodotti importati da paesi terzi che non soddisfano le stesse condizioni di produzione dell’Ue. Il triciclazolo è un fungicida vietato nell’UE. dal 2016, ma è ampiamente utilizzato dai paesi del Sud-est asiatico che esportano riso in Europa (oltre l’86% delle importazioni nel 2022)».

PROPOSTA DELLA COMISSIONE PER AUMENTARE IL LIMITE DI RESIDUI

«La Commissione Europea ha recentemente presentato una proposta per aumentare il limite massimo di residui (Mrl) per il triciclazolo nel riso importato. Questo cambiamento avrebbe conseguenze economiche molto gravi per i produttori di riso greci ed europei, che già si trovano in un notevole svantaggio competitivo rispetto ai produttori di paesi terzi. Il ministro greco, sostenuto da Italia, Spagna e Francia e nell’ambito delle sue azioni all’Eumed 9, è riuscito a creare una “maggioranza speciale” e costringere così la Commissione europea a ritirare il disastroso regolamento».

 

IL MINISTRO GRECO CONTRO LA TOLLERANZA AI PESTICIDI

«Come ha affermato il ministro greco, un’eventuale maggiore tolleranza verso questo pesticida esclusivamente da parte del riso importato dimostrerebbe l’incoerenza delle politiche dell’Ue rispetto all’obiettivo di ridurre la presenza di pesticidi negli alimenti e soprattutto violerebbe il principio di reciprocità delle norme sull’uso di agrofarmaci. La Grecia è uno dei maggiori produttori di riso d’Europa; vengono coltivate molte varietà di riso che rafforzano il suo ruolo nella conservazione della biodiversità. Allo stesso tempo, attraverso lo sfruttamento di un particolare tipo di suolo, contribuisce alla conservazione di importanti zone umide del Paese».

IL PARERE DELL’ASSOCIAZIONE EDOREL

Soddisfazione per la presa di posizione del ministro greco da parte dell’Organizzazione nazionale interprofessionale del riso greco (Edorel): «Con particolare soddisfazione siamo stati informati dell’iniziativa del Ministro dello sviluppo rurale e dell’alimentazione, Avgenakis, che mirava a fermare le importazioni favorevoli di riso dai paesi terzi contenente la sostanza attiva triciclazolo. Per noi è molto importante che il ministro greco, sfruttando le alleanze che ha con paesi che hanno interessi comuni, sia riuscito a creare una “maggioranza speciale” e abbia così costretto la Commissione europea a ritirare il disastroso regolamento.

L’obiettivo primario di Edorel è di evidenziare l’unicità del riso greco e le sue caratteristiche qualitative. Qui, ogni iniziativa del Ministro greco, garantirà il principio di reciprocità delle regole, per quanto riguarda l’uso degli agrofarmaci.

Desideriamo ringraziare il ministro dello sviluppo rurale e dell’alimentazione, Lefteris Avgenakis, e sottolineare che saremo utili in ogni iniziativa che il Ministero intraprende per la protezione della coltivazione del riso».

Puoi seguirci anche sui social: siamo presenti su facebook, e linkedin. Se vuoi essere informato tempestivamente delle novità, compila il modulo newsletter e whatsapp presente in home page. Se vuoi leggere ricette e notizie sul riso in cucina trovi tutto su http://www.risotto.us e se vuoi comprare dell’ottimo riso in cascina collegati a http://www.bottegadelriso.it

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio