GRAN CONSULTO AL CAPEZZALE DEL SISCO

FacebookLinkedinTwitterWhatsAppPrintEmailLa Regione Lombardia cerca di uscire dal marasma Sisco: si è tenuta per questo, mercoledì 1 aprile, l’audizione dell’VIII Commissione  consigliare di Regione Lombardia (Agricoltura, Montagna, Foreste e  Parchi),...

regionelombLa Regione Lombardia cerca di uscire dal marasma Sisco: si è tenuta per questo, mercoledì 1 aprile, l’audizione dell’VIII Commissione  consigliare di Regione Lombardia (Agricoltura, Montagna, Foreste e  Parchi), nell’ambito della quale si è discusso delle problematiche relative al funzionamento del sistema Sisco, il nuovo sistema  informativo per il settore agricolo predisposto dalla Regione con  l’obiettivo di sostituire il Siarl. Lo rivela la Cia. «Le funzioni sinora attivate appaiono infatti poco conformi alla  necessità della gestione massiva di numerose aziende contemporaneamente  da parte dei CAA. I rappresentanti delle organizzazioni di categoria presenti, Cia  Lombardia, Confagricoltura e Copagri, hanno esposto al presidente della  Commissione Cavalli e ai Consiglieri l’estrema criticità della  situazione che sta causando notevoli difficoltà operative ai CAA, che  non riescono a inserire le pratiche e vedono rallentata la propria  attività. Tutto questo anche a discapito delle aziende associate, che  subiscono forti disagi e potenziali danni – recita la nota inviata a Risoitaliano -. La Commissione, dopo aver ascoltato gli interventi e le sollecitazioni  delle organizzazioni di categoria, ha deciso di promuovere un’altra  audizione al fine di giungere ad una soluzione delle problematiche  esposte. All’incontro saranno convocati Lombardia Informatica, Direzione  Generale Agricoltura, Opr, oltre alle rappresentanze tecniche dei Caa e  delle organizzazioni di categoria». Che sia la volta buona per risanare il grande malato? (02.04.15)

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI