ENTE RISI, CONCORSO PER IL NUOVO PRESIDENTE

FacebookLinkedinTwitterWhatsAppPrintEmailNuove regole per l’Ente Risi. Il neo ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina ha varato una norma secondo cui d’ora in poi le nomine dei presidenti dei sei enti collegati al suo...

logoRisiNuove regole per l’Ente Risi. Il neo ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina ha varato una norma secondo cui d’ora in poi le nomine dei presidenti dei sei enti collegati al suo dicastero saranno decise con la procedura della chiamata pubblica. È la prima volta che accade e la nuova procedura sarà subito applicata per la presidenza in scadenza dell’Ismea, l’Istituto servizio per il mercato agricolo alimentare; successivamente avverrà lo stesso -scrive Repubblica – per i vertici di Agea, Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura, Inea, Ente per lo sviluppo dell’irrigazione e – appunto – Ente nazionale risi. La selezione avverrà così: entro un certo termine (il 31 marzo per l’Ismea) chiunque sarà interessato alla candidatura ed è in possesso dei requisiti di competenza e di esperienza documentata in materia di economia agraria e di strumenti per il finanziamento potrà inviare il proprio curriculum al ministero. Una commissione tecnica di tre esperti, almeno due dei quali saranno esterni all’amministrazione, decideranno quali curricula sono definibili “idonei al ruolo” e quali no. Le referenze di ogni candidato saranno pubblicate sul sito istituzionale, e chiunque potrà inviare le proprie osservazioni. A questo punto, dopo una scrematura per meriti oggettivi, sarà il Consiglio dei ministri a scegliere il nuovo presidente, su una rosa ristretta di non più di 4-5 persone. Tutti con competenze specifiche. Oggi il presidente dell’Ente Risi è Paolo Carrà, risicoltore e presidente dell’Unione Agricoltori di Vercelli. (24.03.14)

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI