CONDIZIONALITÀ LOMBARDA 2019

Approvate le nuove regole che gli agricoltori dovranno osservare

Con Delibera della Giunta Regionale n. XI/1462 dell’1 aprile 2019 (pubblicata sul BURL n. 15 dell’8 aprile 2019 – Serie Ordinaria), la Regione Lombardia ha approvato le regole di condizionalità valide per l’anno 2019. La “Condizionalità” è un insieme di regole per la gestione dell’azienda agricola che gli agricoltori devono seguire, pena la riduzione e/o l’annullamento degli aiuti comunitari.

Tale normativa impone il rispetto di alcune condizioni in materia di protezione ambientale, sanità pubblica, biodiversità, salute delle piante e degli animali e benessere degli animali indicate come criteri di gestione obbligatori (CGO), che discendono da regolamenti e direttive comunitarie, e regole per l’uso sostenibile dei terreni agricoli e la protezione delle acque, denominate buone condizioni agronomiche e ambientali (BCAA).

Le sanzioni di condizionalità non si applicano ai beneficiari che aderiscono al regime dei piccoli agricoltori di cui al titolo V del Regolamento (UE) n. 1307/2013 e a coloro che beneficiano del sostegno di cui all’articolo 28, paragrafo 9, del Regolamento (UE) n. 1305/2013 (Misura 10.2.01 “Conservazione della biodiversità animale e vegetale” – PSR 2014 -2020).

I principali aggiornamenti normativi del 2019 riguardano:

– CGO1: è stato aggiornato l’allegato 4 con l’indicazione dei comuni lombardi totalmente compresi in aree vulnerabili dove è vietato lo spandimento dei fanghi come previsto da d.d.s. 13 novembre 2018 – n. 16377; aggiornati inoltre i riferimenti normativi regionali relativi alle tempistiche per la presentazione della comunicazione nitrati 2019 e dei divieti temporali di utilizzazione agronomica (stagione autunno vernina 2018-2019).

– BCAA1: sono stati caricati in SISCO gli shape delle fasce tampone validi per l’anno 2019. L’aggiornamento degli stati ecologico e chimico di alcuni corpi idrici può aver determinato la modifica dell’ampiezza della fascia inerbita rispetto agli anni precedenti.

– CGO 2: E’ stato aggiornato l’allegato 2 con l’inserimento della ZPS “Palude Brabbia”

– CGO 3: E’ stato aggiornato l’allegato 3 con riferimento alle seguenti ZSC: “Da Monte Belvedere a Vallorda”; “Sassi Neri – Pietra Corva”; “Le Torraie – Monte Lesima”; “Fontana del Guercio”

– CGO 6: E’ stata stralciata la deroga riguardante i detentori di 1 solo capo suino da ingrasso (autoconsumo). (Fonte: Cia)

Categorie
Norme e tributi
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI