UN RISO PER IL MEDITERRANEO

Un innovativo progetto di ricerca coinvolge il Delta del Po. Nel pool anche il Crea e l'Università di Milano

Rice_IRRI_Image_01Anche il riso del Delta del Po sta soffrendo le conseguenze del cambiamento climatico, che  minaccia le risaie lungo le coste del mar Mediterraneo in tutta Europa. Per questo i ricercatori sono alla ricerca di nuove varietà resistenti al sale, nell’ambito del progetto NEURICE. Nell’area mediterranea, il cambiamento climatico sta portando a un aumento delle temperature e più frequenti e gravi periodi di siccità, che stanno danneggiando i flussi e la qualità delle acque e dei fiumi. Questi effetti aumentano la salinità del suolo, che ha un impatto negativo sulla produttività delle colture. Il cambiamento climatico sta anche causando l’aumento del livello del mare,  aumentando ulteriormente la salinità nella  zona costiera,  nei delta e alle foci dei fiumi dove si coltiva il riso. Di conseguenza, si sta minacciando l’esistenza stessa del settore del riso nell’area del Mediterraneo. Il progetto NEURICE (Nuovo riso europeo commerciale) sta cercando di ottenere nuove varietà di riso resistenti al sale permettendo così di continuare a crescere senza perdere la produttività e mantenere l’impatto ambientale, paesaggistico e socio-economico positivo di questa attività.
Oltre a ciò, in Catalogna, il Delta dell’Ebro è stato minacciato per un certo numero di anni da una specie invasiva che ha effetti devastanti sulla raccolta del riso: la lumaca 
gigante della mela (Pomacea maculata). La sua elevata capacità riproduttiva e l’assenza di predatori naturali ha reso impossibile fermare la sua espansione all’interno del Delta, provocando crescenti danni alle colture. L’inondazione delle risaie con acqua di mare è stata una delle poche strategie di contenimento della lumaca gigante della mela, poiché la specie non tollera elevati livelli di salinità. Purtroppo, la salinità residua dopo il trattamento con acqua marina genera perdite nelle colture che, nel peggiore dei casi, possono incidere fino al 30% sulla produzione. Pertanto, in Catalogna, il progetto NEURICE non solo fornisce una soluzione per adattare varietà di riso ai cambiamenti climatici, ma  permetterà anche di combattere l’invasione della specie nociva. In Asia ci sono alcune varietà di riso tropicali che sono altamente tolleranti alla salinità, ma che non possono essere coltivate nel clima mediterraneo. E ‘stato recentemente scoperto che la tolleranza di queste varietà asiatiche tropicali è dovuta alla presenza di un segmento cromosomico chiamato Saltol. Le tecniche tradizionali, non transgeniche di miglioramento saranno utilizzate per integrare questa funzionalità nelle varietà europee commerciali. Lo studio delle prestazioni delle nuove varietà è uno dei compiti del progetto. I primi test saranno eseguiti su colture idroponiche in serra, un ambiente che consenta una valutazione del grado di tolleranza salinità delle nuove varietà in modo controllato, che sarà più efficace e veloce che in campo. Una volta che le maggior parte delle varietà di sale-tolleranti saranno state identificate, saranno poi testate nelle risaie dei delta del fiume Ebro (Spagna), Po (Italia) e Rodano (Francia) dal 2018 in poi. Queste varietà saranno coltivate in campi con salinità e senza salinità, al fine di confrontare la produzione e la performance agronomica. Le varietà tolleranti che superano i test saranno registrate e commercializzate. Il progetto NEURICE riunirà esperti in campi diversi, al fine di favorire nuove opportunità di formazione e di ricerca in collaborazione aggiuntiva: Università di Barcelona, Centro di Recerca en Agrogenòmica (CRAG) CIRAD; Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria (CREA), Università di Milano; Università di Glasgow; Institut de Recerca en Tecnologia Agroalimentaria (IRTA); Istituto di Crop Science – Accademia cinese delle scienze agricole (ICS-CAAS); Instituto de Agrobiotecnología de Rosario (INDEAR) CÀMARAIRIS; Centre Français du Riz (CFR) SIS.

Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI