Timballo di riso Ferdinando II

FacebookGoogle+LinkedinTwitterWhatsAppPrintEmail Porzioni: 4 – Calorie per porzione: 444 –  Durata della preparazione: 70 – Durata della cottura del riso: 17 – Difficoltà di esecuzione: Media –  Varietà di Riso utilizzata: Vialone nano – Vegetariana: No –  Tipo di cottura: Fornello – Utensili da cucina: teglia, tegame,...

Porzioni: 4 – Calorie per porzione: 444 –  Durata della preparazione: 70 – Durata della cottura del riso: 17 – Difficoltà di esecuzione: Media –  Varietà di Riso utilizzata: Vialone nano – Vegetariana: No –  Tipo di cottura: Fornello – Utensili da cucina: teglia, tegame, terrina, mestolo, coltelli – Provenienza: Campania

Ingredienti:

Nome Q.tà Note KCal
riso 300 grammi 996
melanzana 130 grammi 23,4
porro 130 grammi 37,7
zucchina 130 grammi 14,3
patata 400 grammi 340
latte di vacca pastorizzato parzialmente scremato 4 decilitri 184
olio extravergine di oliva 20 grammi 179,8
pepe Q.B.
sale Q.B.
baccal… gr 250 Q.B.

Preparazione:

Ammollate il baccalà in acqua per 48 ore e cuocetelo per 30 minuti circa in acqua e latte in parti uguali con cipolla, sedano e carota. A cottura ultimata, ritiratelo e diliscatelo, conservando l’acqua di cottura. Mettete in un tegame l’olio e soffriggete i porri tagliati, le zucchine e le melanzane a cubetti. Aggiungete gr 80 di baccalà sbriciolato, il riso e, dopo aver rosolato il tutto, bagnate poco a poco con il brodo di cottura del baccalà, cuocendo a fuoco lento. Quando il riso è a metà cottura, toglietelo dal fuoco, componete un tmiballo che passerete nel forno ancora per 5 minuti. Mettete in un tegame l’olio e soffriggete i porri tagliati, le zucchine e le melanzane a cubetti. A parte, preparate la brandada di baccalà, che consiste nel mantecare il restante baccalà con un purè di patate, precedentemente cotte nel latte, e un pizzico di pepe bianco. A questo punto, sformate il timballo su uno zoccolo di brandada.

Categorie
Ricetta
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI