Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

RISOTTI VERCELLESI

da | 2 Lug 2009 | Riso in cucina

Vercelli e il riso sono come due fratelli. E due fratelli esaltano i risotti. Christian e Manuel Costardi, titolari del ristorante Cinzia della citt… piemontese, hanno fondato la risotteria onorando cos questo prezioso alimento. "Nel men— – dice Christian, 30 anni al Corriere della Sera – ci sono venticinque differenti preparazioni che si possono ordinare singolarmente. Abbiamo deciso che era arrivato il momento di rompere la costrizione delle due porzioni obbligatorie per ogni risotto". Si parte dal Risottino al Barbera d’Asti superiore, ispirato da un quadro di JacksonPollock che Christian e Manuel hanno potuto ammirare alla mostra "Peggy Guggenheim e la nuova pittura americana" in corso fino al primo marzo allo spazio Arca di Vercelli, fino al risottino al coniglio e foie gras, crema di formaggi piemontesi e riduzione di vino rosso. "Il primo – continua Christian – Š un doppio omaggio: al pittore come Pollock e a un maestro come Marchesi che gi… aveva inventato il dripping di pesce, seguendo la tecnica pittorica dello "sgocciolamento", propria dell’artista americano. Il secondo risotto Š dedicato alla zia Lina che nel Monferrato cucina in modo eccellente il coniglio. Quel profumo Š rimasto nella nostra memoria gastronomica". Un giusto mix tra tradizione e innovazioneche incontra nella cucina dei due fratelli un vero e proprio terreno fertile. "Insomma, tradizione e innovazione. "La cultura culinaria del Non vogliamo dimenticare – conclude Christian -la tradizione culinaria del Vercellese edel Piemonte in senso pi— ampio resta fondamentale ma allo stesso tempo cerchiamo di inventare piatti nuovi, creativi, con stile e gusto, sia negli ingredienti utilizzati sia nella composizione cromatica: oggi Š determinante ci• che si mangia ma anche come lo si presenta". Manuel, pasticcere raffinato e dentista mancato ha 21 anni e la saggezza di un veterano. Segue le orme del fratello ma lo batte spesso quando vanno a sciare. "Stare insieme Š un piacere. Siamo diversi e questo ci rende complici nel nostro lavoro. Tra noi c’Š Abbiamo sempre un rispetto reciproco sia professionale che umano. Mma non dimentichiamo mai la mamma. Cinzia Ha un grande palato ed Š la nostra critica pi— esigente e severa".

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio