Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

RISERIE IN CRISI

da | 3 Mag 2006 | Riso in cucina

L’industria del riso il 15 marzo chieder… lo stato di crisi. L’ha detto senza mezzi termini Roberto CarriŠre, il direttore dell’Airi, che riunisce le sessanta riserie del Paese. La ragione Š l’incremento dei prezzi all’origine, che da inizio campagna sono saliti del 40, 50, fino all’80 per cento. La clamorosa notizia viene dal convegno di Pavia, organizzato venerd scorso al collegio Borromeo dall’Ente Nazionale Risi, dove Š stato fatto il punto sull’andamento del mercato del cereale italiano. Se le quotazioni – pi— che soddisfacenti – fanno bene agli agricoltori, sul fronte industriale c’Š allarme per la carenza di materia prima. L’Airi ha chiesto l’abbassamento dei dazi sul prodotto greggio per favorire l’ingresso di cereale straniero. Alcune aziende avrebbero gi… fermato gli impianti e vogliono ricorrere alla cassa integrazione perch‚ c’Š poca materia prima e costa troppo. Di altro avviso gli agricoltori: come ha detto anche il presidente della commissione agricoltura della Camera Giacomo de Ghislanzoni Cardoli, "c’Š ancora riso da vendere" nelle aziende agricole e "chiedere di abbassare i dazi rischierebbe di provocare un effetto domino" proprio ora che il mercato interno si presenta stabile. Meglio tentare la strada di coltivare di pi—. L’ha chiesto esplicitamente il direttore generale del Ministero delle politiche agricole Mario Catania: "se non si raccoglier… pi— riso in Italia il prossimo anno si potrebbero avere tensioni non auspicabili". Tensioni che per il consumatore significano una cosa sola: meno riso italiano e probabilmente riso pi— caro.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio