RISAIE BOLLENTI IN CALIFORNIA

Ecco come i risicoltori di quell'area affrontano le alte temperature

I risicoltori della California stanno osservando termometri e risaie in questi giorni.  Si prevede che le alte temperature giornaliere supereranno i 37 gradi e addirittura i 43 gradi a Colusa, che si trova sul lato ovest della Valle di Sacramento. Temperature così elevate possono avere impatti negativi sulle risaie, ma risultano molto più dannose quando si verifica per la prima volta l’impollinazione. Una differenza importante tra la California e la regione meridionale degli Stati Uniti dove si coltiva il riso è rappresentata dalle temperature notturne. In California, anche quando la massima diurna è ben al di sopra dei 37 gradi, le temperature notturne di solito scendono fino a 15 gradi.  Nel sud, durante un periodo di gran caldo, spesso le temperature notturne scendono solo fino 21-26 gradi; e questo può causare problemi significativi sia con le rese che con la qualità della grana.

Semine in orario

Bruce Linquist, specialista del settore risicolo presso la University of California Cooperative Extension Service, conosce bene le differenze nella coltura del riso in tutto lo stato. Valuta così la campagna 2020, per com’è andata finora: «Complessivamente i risicoltori sono stati in grado di seminare in modo tempestivo e molti agricoltori hanno concluso le operazioni prima del normale.  In molte aree, i risicoltori sono stati in grado di iniziare la preparazione dei terreni molto presto a causa di una primavera insolitamente secca». In questo momento, gran parte del riso dello stato si trova nella fase di inizio della crescita, al punto in cui la pannocchia inizia a formarsi. Questo è generalmente considerato il momento in cui si passa dalla crescita strettamente vegetativa alla crescita riproduttiva.  La fase di iniziazione della pannocchia è necessaria l’applicazione tempestiva dell’azoto, quindi una grande quantità di azoto top-dress viene applicata per via aerea.  I produttori stanno anche effettuando applicazioni finali di diserbanti per il controllo delle erbe infestanti che non sono state debellate in precedenza.

Attenti all’azoto

«Le condizioni sono ottimali, ma con le applicazioni di azoto durante l’attuale ondata di calore, ci potrebbero essere problemi al momento del raccolto a causa della rapida crescita della chioma – afferma Bert Manuel, che opera vicino a Yuba City -.  Le infestanti sono un grosso problema nella produzione di riso in California e gli erbicidi disponibili sono costosi e spesso inefficaci». Christine Wylie, la cui azienda si trova nei dintorni di Colusa, conferma che le coltivazioni sono in una fase ottimale nella sua zona, anche se fa eco alla preoccupazione per le alte temperature attuali.  «Era stato previsto che avremmo avuto una massima di 43 gradi, ma, fortunatamente, quella temperatura è stata da allora rivista un po’ al ribasso». Sean Doherty, un agricoltore di Dunnigan concorda, aggiunge il suo commento circa la qualità del raccolto di quest’anno, che si prevede possa essere precoce. «Un’altra condizione che risulta particolarmente positiva è il prezzo incredibilmente basso del carburante durante la semina. Storicamente i prezzi del gasolio sono al massimo o vicini all’apice annuale quando iniziamo a seminare, ma quest’anno non è stato così».

La reazione delle malerbe

«Abbiamo avuto un po’ di ripresa delle infestanti dopo due interventi, ma niente di grave», ha ribadito Seth Fiack, la cui azienda agricola si trova più a nord, vicino a Glenn.  «Il raccolto sembra buono.  La maggior parte è stata seminata 10-15 giorni prima del normale». Linquist ha notato che la semina precoce spesso è di buon auspicio per i raccolti. Secondo le informazioni raccolte, il settore risicolo californiano quest’anno può contare su circa 202-210 mila ettari; secondo molte previsioni la produzione finale dovrebbe collocarsi nella fascia alta della gamma.

Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI