Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

PROFOXYDIM DELLA DISCORDIA

foto aerea_diserbo e irrigazione_ Giotto Droni
E’ ancora l’autorizzazione degli agrofarmaci a scantenare le ire dell’Associazione Valenciana degli Agricoltori (Ava-Asaja). Quest’ultima si scaglia contro il governo spagnolo per il rifiuto di concedere un’autorizzazione eccezionale per il principio attivo profoxydim. Principio attivo utilizzato come erbicida nella coltivazione del riso contro le infestanti Echinochloa e Leptochloa. La stessa sostanza è autorizzata in questa stagione dai governi italiano e portoghese. LEGGI L’ARTICOLO QUI.

IL COMMENTO DI AGUADO

Il presidente Cristóbal Aguado non è tenero contro il governo spagnolo.  «E’ inaudito che il nostro governo, con il ministro dell’Intransigenza ecologica Teresa Ribera come nemico numero uno delle campagne spagnole e con il ministro dell’Agricoltura Luis Planas come complice comune dei suoi oltraggi, sia ancora deciso a legiferare secondo l’ideologia pseudo-ecologica. Se due Paesi europei come l’Italia e il Portogallo, con peculiarità climatiche e agronomiche così simili a quelle della Spagna, hanno dato il via libera all’autorizzazione eccezionale di questo materiale attivo, il nostro governo dovrebbe spiegare perché non lo autorizza.
Ancora una volta, la loro filosofia ci rende meno competitivi, il che porterà a un aumento dei costi di produzione e, quindi, dei prezzi del nostro riso e all’abbandono delle aziende agricole che, in questo caso, mette a rischio la conservazione di parchi naturali di grande valore ambientale come La Albufera e il Marjal de Pego-Oliva».

INTERVIENE JOSE’ PASCUAL FORTEA

«Le malerbe sono diventate un problema straordinario per i risicoltori – afferma il responsabile del settore risicolo del sindacato, José Pascual Fortea – poiché i nostri politici hanno vietato l’uso di un numero sempre maggiore di principi attivi fitosanitari. Nel 2021, il Ministero dell’Agricoltura ha revocato l’autorizzazione eccezionale dei prodotti fitosanitari a base di propanil, il diserbante più efficace per il riso, e ora complica ulteriormente la vitalità della coltura con il rifiuto del profoxydim. Questa decisione, già di per sé negativa, ci indigna particolarmente perché continua ad essere autorizzata non solo nei Paesi terzi, che sono sempre una concorrenza sleale, ma anche nei Paesi vicini dell’Ue che rispettano la nostra stessa legislazione fitosanitaria».

IN FRANCIA STOP DIVIETI

A questo proposito, il governo francese ha appena annunciato che non aggiungerà più divieti in materia fitosanitaria a quelli imposti dall’Unione Europea. Inoltre, la Francia non applicherà nuovi divieti a meno che agli agricoltori non venga offerta un’alternativa, ossia un prodotto o una pratica equivalente in termini di efficacia al trattamento che deve essere rimosso. Aguado conclude che i politici spagnoli sembra abbiano intenzione di andare oltre quanto imposto dalle normative europee, ed il problema è che vengono lasciati soli nel loro errore e gli spagnoli, sia produttori che consumatori, ne pagheranno le conseguenze.

Puoi seguirci anche sui social: siamo presenti su facebook, e linkedin. Se vuoi essere informato tempestivamente delle novità, compila il modulo newsletter e whatsapp presente in home page. Se vuoi leggere ricette e notizie sul riso in cucina trovi tutto su http://www.risotto.us e se vuoi comprare dell’ottimo riso in cascina collegati a http://www.bottegadelriso.it

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio