POLITICA DI PRECISIONE

FacebookGoogle+LinkedinTwitterWhatsAppPrintEmailLa risicoltura di precisione  suscita da tempo molto interesse nel mondo accademico, ma, quel che più conta, ora interessa anche la politica. Nei giorni scorsi il professor Angelo Frascarelli,...

frascarelliLa risicoltura di precisione  suscita da tempo molto interesse nel mondo accademico, ma, quel che più conta, ora interessa anche la politica. Nei giorni scorsi il professor Angelo Frascarelli, docente di Economia e Politica Agraria presso l’Università di Perugia, ha visitato la Cascina Motta di San Pietro Mosezzo (Novara), dove Nino Chiò e la sua famiglia da anni praticano agricoltura di precisione. Ufficialmente, la visita di Frascarelli si inquadra nell’interesse del docente verso le forme di innovazione che possono consentire una sostenibilità delle produzioni agricole non basata su una interpretazione “pauperista” del ” non fare” o sulla riduzione sic et simpliciter dell’ intensità colturale, ma su una visione dinamica orientata al migliore e più efficiente utilizzo delle risorse e dei mezzi tecnici. La risicoltura rappresenta in quest’ ottica un settore già relativamente evoluto (basti pensare alla larga diffusione dei sistemi di assistenza satellitare alla guida o di guida automatica), ma in cui è possibile un ulteriore spinta innovativa, specie nell’ ambito delle fertilizzazioni e dell’ ottimizzazione dei trattamenti fitosanitari. Da questo punto di vista potrebbero aprirsi interessanti prospettive nell’ ambito dei cosiddetti  progetti PEI (Parternariato Europeo per l’ Innovazione) che dovrebbero essere finanziati con la mis. 16 dei PSR di cui si attende l’ approvazione. Il professor Frascarelli è da anni impegnato con la fondazione Nomisma e collabora con il presidente della commissione agricoltura al Parlamento Europeo Paolo De Castro: da qui la saldatura, benefica e benemerita, tra mondo accademico e classe politica. (15.01.15)

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI