PAGAMENTI PAC REGIONE PER REGIONE

La situazione dei pagamenti Pac alle aziende risicole italiane
raccolto, mietitrebbia, foto Dell'Orto

Per Agea è tempo di consuntivi. Per gli aiuti diretti, nel mese di dicembre è stato dato avvio al pagamento dei saldi della domanda unica 2019. Rispetto alla scorso anno, si è registrato un incremento di aiuti erogati nella domanda unica entro la fine dell’anno, di oltre 98 milioni di euro. Molto importante è anche il risultato ottenuto nell’ambito dei Psr, per il quale nell’anno 2019 sono stati realizzati pagamenti a 56.829 beneficiari, per un importo complessivo pari a 349 milioni di euro. Solo nel mese di dicembre 2019, con il pagamento di oltre 139 milioni di euro, Agea ha avviato i rimborsi in favore delle aziende agricole che hanno stipulato polizze assicurative agevolate a copertura delle produzioni vegetali del 2019. Sono stati inoltre praticamente azzerati i ritardi nelle erogazioni che si erano verificati in fase di avvio della programmazione. Vediamo se la situazione pagamenti nelle 5 principali regioni risicole coincide con i risultati ottenuti da Agea a livello nazionale.

In Emilia pagato il 70%

In Emilia Romagna AGREA – Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura – ha raccolto i dati di pagamento relativi alla campagna 2019 (DU e PSR) in merito alle 171 aziende di competenza che hanno inserito nel piano colturale 2019 particelle dichiarate con coltura a riso (nella duplice destinazione di riso da seme e riso): in linea di massima le domande PSR al momento sono state pagate per il 70% del loro valore ed il saldo verrà erogato nei prossimi mesi, mentre le domande uniche tendenzialmente sono già state pagate interamente fatta eccezione per i premi aggiuntivi (tra cui ovviamente il riso), che verranno liquidati non appena Agea avrà provveduto al calcolo su base nazionale e renderà disponibili gli importi unitari, in genere nel mese di giugno.

La situazione lombarda

Alle aziende risicole lombarde, OPR Lombardia ha erogato l’anticipo del 70% della DU 2019, per un importo totale titoli e greening pari a 48.025.493,91 di euro. Per la Domanda Unica (fondi FEAGA), che va ad aggiungersi a quello dei pagamenti dei premi per misure a superficie (fondi FEASR), il premio riso è stato richiesto da 1836 aziende per 95.756,76 ettari ma sarà pagato a saldo sulla base dell’importo unitario che sarà fissato da Agea. Se consideriamo l’importo unitario fissato per la DU 2018 è possibile stimare un pagamento del premio riso di circa 9.700.000, euro. Con riferimento ai premi relativi alle misure a superficie del piano di sviluppo rurale 2014-2020 sono stati erogati anticipi riferiti all’anno 2019 come da terza colonna nelle tabelle che seguono, per un totale di € 9.709.818,27 (pari all’85% del totale) riferibile a n. 1012 beneficiari. Il saldo (15%) non è stato ancora erogato. Gli ettari complessivi a riso su cui è pagato almeno un premio sono 42.346,23.

Arpea in linea con il cronoprogramma

In Piemonte i pagamenti effettuati da ARPEA riferiti alla campagna 2019 sia di PSR (superfici, no investimenti) che di Domanda Unica relativamente ad aziende con superfici a riso, sono in linea con le tempistiche previste dalle normative UE. Nella provincia di Vercelli sono stati erogati per I PSR 2.126.790,18 euro per 228 richieste; per la DU risultano erogati 34.698.969,81euro per 892 richieste. Nella provincia di Novara invece per 145 domande PSR e 502 DU i fondi erogati ammontano a circa la metà di quelli ricevuti dal vercellese. Rimangono alcune aziende da pagare con anomalie specifiche per azienda.

Avepa paga, Argea in attesa

In Veneto, l’organismo pagatore AVEPA, che si occupa solo delle DU ( il PSR viene gestito attraverso bandi regionali), paga la coltura a riso con l’accoppiato. Gli importi unitari escono a giugno di ogni anno: al 30 giugno 2018 sono stati pagati 325.000 euro per 128 aziende a riso, stesso numero (più un’azienda) delle richieste di contributo fatte nel 2019, che verranno saldate il 30 giugno 2020 per una superficie pari a 3327ha. Per la regione Sardegna la situazione pagamenti resta da definire: ARGEA è in fase transitoria per essere riconosciuto come Opr ufficiale, l’agibilità totale é prevista per il mese di maggio. Autore: Martina Fasani

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI