«NIENTE ANTICIPO PAC IN LOMBARDIA, COLPA DI ROMA»

FacebookGoogle+LinkedinTwitterWhatsAppPrintEmail«Mi dispiace deludere l’amico deputato Guido Guidesi, che nei giorni scorsi ha interrogato il ministro Martina sui tempi previsti per l’assegnazione di titoli di pagamento della Pac agli agricoltori,...

fava-300x224«Mi dispiace deludere l’amico deputato Guido Guidesi, che nei giorni scorsi ha interrogato il ministro Martina sui tempi previsti per l’assegnazione di titoli di pagamento della Pac agli agricoltori, ma né dal ministero delle Politiche agricole né da Agea è pervenuta alcuna comunicazione a riguardo». Gelo in Lombardia. Peggio di una grandinata. L’assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia, Gianni Fava, denuncia che non sarà anticipata la Pac: «Purtroppo, senza l’assegnazione dei titoli, la Lombardia non potrà erogare l’anticipo della Pac agli agricoltori del proprio territori – prosegue Fava – e questo è l’aspetto più desolante, che l’efficienza lombarda soccombe di fronte all’inefficienza del pachidermico apparato centrale». Su proposta proprio dell’assessore Fava, anche per il 2015 Regione Lombardia aveva previsto di assegnare l’anticipo dei fondi della Pac per l’anno 2015 a circa 31mila imprese agricole. «In una fase in cui l’agricoltura ha estremo bisogno di risorse, poter assegnare le provvidenza della Pac con 5-6 mesi di anticipo rispetto alle procedure standard era fondamentale – afferma Fava – ed era allo stesso tempo motivo di orgoglio per l’amministrazione regionale, che ora si vede impossibilitata ad erogare i fondi per colpa di Agea e del Mipaaf. Lo spieghino loro agli agricoltori lombardi che per la prima volta dal 2010 non riceveranno l’anticipo Pac, nonostante la disponibilità della Regione». (17.06.2015)

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI