MERCATO RIALZISTA?

Ancora poche le contrattazioni concluse e gli agricoltori non vogliono vendere
Una seduta della Borsa risi di Vercelli prima dell'emergenza

Le ultime quotazioni dei risoni sono tendenzialmente al rialzo. I mercati restano piuttosto tesi con poche contrattazioni concluse.  «Settimana trascorsa nella più assoluta tranquillità, con produttori impegnati nella raccolta e poco propensi a vendere, riserie con normale attività senza la voglia o la possibilità di far scorte di paddy – spiega Stefano Pezzoni, pubblico mediatore (http://www.reschiriso.it/) – Molto ridotta la propensione a prendere impegni da parte di tutti gli operatori in generale, visto l’andamento al rialzo dei prezzi. Si lavora principalmente per esaudire le richieste sul pronto, pesando ancora l’incognita sanitaria sulla programmazione futura. Poche le trattative concluse per importare riso dall’estero e pochi gli affari fatti per esportare riso verso l’estero».

Siamo ormai giunti ad un buon punto del raccolto e si confermano produzioni inferiori alle previsioni. «I prezzi sul mercato risentono di questa situazione e tendono al rialzo ad eccezione dei tondi che rimangono invariati – aggiunge Adelio Grassi, mediatore del novarese – Dardo, Luna e similari quotano 32 ivato, come gli Indica; Barone 40 ivato, Baldo, Cammeo e S.Andrea 42 ivato; Volano e CL388 45 ivato; Carnaroli 52 ivato».

«Da parte delle aziende agricole c’è poca propensione alla vendita, complice il protrarsi della raccolta, ancora nel suo pieno, e gli ultimi eventi atmosferici avversi che hanno complicato le cose – Alessandro Barberis, mediatore del vercellese (http://www.iloveriso.com) – Un deciso aumento di prezzo si è visto soprattutto sul risone Carnaroli (50,00 euro/q. ivato) e i sui similari (45,00 euro/q. ivato), stesso cosa vale anche per il Volano e similari (45,00 euro/q. ivato. Leggeri aumenti si registrano anche su Roma, Barone e similari (40,00 euro/q. ivato) e su Baldo, Cammeo e similari (42,00 euro/q. ivato). Un piccolo passo avanti c’è stato anche sui risoni Lunghi B (31,00-32,00 euro/q. ivato, a seconda delle modalità di pagamento), ma soprattutto su questo gruppo non si registrano molte contrattazioni. Leggermente più stabile la situazione sul Tondo».

Secondo il Consorzio Vendita Risone Società Cooperativa (http://www.cvrvercelli.com) «si registra una buona domanda accompagnata, però, da vendite quasi nulle. In base ai ritiri e ai pagamenti per l’Indica ci sono proposte a 31€ o 32€ , così come per il Tipo Ribe, e per il Tondo generico dai 30€ ai 32€; il Centauro è a 33€ mentre il Selenio, più richiesto, a 40€. In tensione il comparto dei riso da interno con il Carnaroli a 50€, i similari a 45€ esattamente come il gruppo dell’Arborio, Sant’Andrea e Barone a 40€ e Cammeo a 42€».

«La nuova campagna nella mia zona è arrivata ad un 75% del tagliato – afferma Giovanni Migliavacca, mediatore del milanese – iniziano ad esserci più scambi, evidentemente il piccolo incremento di prezzi invoglia a vendere. La richiesta è forte su tutte le varietà. Nel dettaglio il listino:

I mercati di esportazione: tipo Ribe a 32€/qle; Originari a 30€/qle; Selenio a 40€/qle; Centauro 35€/qle; Lunghi B a 33€/qle; Baldo con similari a 40€/qle.

I mercati da interno: Arborio, Volano e similari a 46€/qle; Roma e Barone a 38€/qle; Carnaroli a 53€/qle; S.Andrea e similari a 40€/qle. Il Vialone Nano sempre in crisi a 55€/qle.

Risoni biologici ancora poco cercati: Lungo B a 65€/qle. è il più cercato; Ribe e Tondi a 62€/qle; Arborio e Carnaroli a 70€/qle.

Sottoprodotti: corpettone a 410€/t; corpetto a 400€/t; mezzagrana a 395€/t; granaverde a 270€/t; farinaccio a 175€/t; pula max 2,5% a 108€/t; pula verg. max 1,7% a 129€/t; lolla a 88€/».

Per Andreea Lazar, mediatrice del vercellese: «Lungo A e Indica 32euro/qle; Loto, Augusto e Dante 35€/qle; Tondo 30/32; Centauro 32/33; Selenio e Cerere 40; Barone 38/40; Cammeo 40/42; Baldo 43/45; Volano e similari 45; Carnaroli 50 e similari 47/48; Vialone Nano 50; Per I risoni Bio: 70€/qle.(interni 80/85)».

Concludiamo con il bollettino dell’Associazione Risicoltori Piemontesi (http://www.risicoltori.it/): «Indica: €. 30 pag. a 60 giorni, €. 31 pag. a 90 giorni, €. 32 pag. 120g; Tondi: €. 40 Selenio, €. 32-33 Centauro, Sole e Terra €. 30 con pag. 60 giorni per ritiri urgenti, €. 32 con ritiro e pagamento a 150g; Lungo A: Dardo Luna e Ronaldo €. 31-32 con ritiri urgenti o € 33 con ritiri e pagamenti a 90g, Unico €. 35; Interni: S.Andrea e Gloria €. 40 (€.42 con ritiri non urgenti), Cammeo €. 40 – 42, Barone €. 40, Carnaroli €. 50, similari Carnaroli €. 47-48, Volano e CL388 €. 45. Prezzi in lieve aumento solo per ritiri non urgenti, molto richiesti gli interni. Risoni Bio: Indica €. 70, Tondo €. 70, Interno €. 80». Autore: Martina Fasani

 

 

 

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI