LA COREA SEMINERÀ CON I DRONI

Si seminerà nelle risaie già allagate e i semi saranno rivestiti di acido silicico
droni
La Corea del Sud sta valutando l’impiego dei droni come elemento essenziale per lo sviluppo tecnologico dell’agricoltura, e della risicoltura in particolare: i servizi di ricerca e innovazione agricola Gyeonggi-do hanno infatti invitato 100 esperti agricoli e agricoltori a condurre una dimostrazione di coltivazione del riso con droni. L’istituto è anche responsabile dello studio e dell’educazione degli agricoltori sull’uso dei droni per condurre metodi di semina diretta per la coltivazione del riso, che coinvolge droni che diffondono semi di riso in risaie già allagate. Ciò consentirà ai semi di riso di immergersi bene, impedendo alle anatre e agli altri uccelli di mangiarlo. I semi saranno rivestiti con acido silicico per favorire la germinazione. L’istituzione ha sostenuto che questo metodo, rispetto a quelli tradizionali, offre risparmi di manodopera fino al 90,6% riducendo le spese del personale della metà.

Ciò che richiederebbe almeno 798 ore per coltivare il riso in un campo di 10 acri usando metodi tradizionali può essere gestito dai droni entro 75 ore saltando le procedure non necessarie. Il nuovo metodo richiederà solo 11 lavoratori invece dei 22 normalmente necessari per attuare i metodi tradizionali. I droni agricoli costano circa 17.600 dollari ciascuno, il che è molto più economico delle macchine per la produzione di riso che normalmente costano molto di più. «I droni sono in grado di spargere semi di riso su oltre 3.300 m2 in meno di 10 minuti – ha affermato l’istituzione – La semina diretta con i droni accelera l’intero processo di produzione del riso di 30-35 giorni». L’istituzione intende concentrarsi sulla formazione degli agricoltori riguardo al nuovo metodo come parte della sua iniziativa per risolvere l’aumento delle carenze di manodopera nel settore agricolo.

Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI