Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

INDICE PREZZI IN RIALZO

da | 13 Feb 2017 | Internazionale

Anticipi
L’indice Fao dei prezzi del riso (fissata a 100 la media tra il 2002 e il 2004) ha raggiunto una media di 190 punti a gennaio 2017, in aumento di 3 punti (pari all’1,6%) rispetto a dicembre 2016, con una crescita che si ripete per il secondo mese consecutivo. L’incremento è stato sostenuto dalle quotazioni dei risi aromatici, che hanno portato questo particolare indice al livello massimo degli ultimi16 mesi, raggiungendo i 167 punti. Anche le quotazioni degli Indica si sono apprezzate, mente la scarsa domanda mantiene deboli i prezzi degli Japonica. Tra le origini principali, i prezzi si sono rafforzati soprattutto in Pakistan e India. In vista di un raccolto inferiore di risi aromatici, la prospettiva di nuove vendite ha spinto in alto i prezzi del Basmati in Iran. Qui sia l’India sia il Pakistan hanno registrato quotazioni superiori  fino all’11-18% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Il consolidamento dei prezzi si è esteso anche al segmento Indica, a causa della scarsa disponibilità; le attese di vendite verso lo Sri Lanka e la Cina hanno sostenuto i prezzi dei lunghi pakistani, mentre in India è stata l’azione di acquisto del Governo ad aver sostenuto il prezzo di queste varietà. In Tailandia, il rafforzamento del Baht, la valuta locale, ha portato la varietà di riferimento, il Thai 100% B bianco ad un aumento del 2% rispetto ai livelli di dicembre, mentre un rallentamento degli scambi ha limitato le variazioni di prezzo in Vientam. Nel continente americano, le quotazioni tendono a crescere in Argentina e Uruguay, in conseguenza di disponibilità ridotte; allo stesso tempo la domanda debole sta pesando sui prezzi di Stati Uniti e Brasile. Da una prospettiva annuale, i prezzi internazionali del riso a gennaio si sono assestati ad un livello del 3% superiore all’anno precedente. I cali più vistosi riguardano le quotazioni degli Japonica (-10%), seguiti da quelli delle varietà Indica di alta qualità (-4%). Al contrario, il recente rimbalzo delle quotazioni del Basmati ha portato l’indice dei risi aromatici a +13%rispetto ai livelli del 2016, con quotazioni in Pakistan e India stabili a +3% rispetto ad un anno fa, anche per quanto riguarda l’indice delle varietà Indica di qualità inferiore.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio