IL PUNTO SULLE IMPORTAZIONI DI RISO

Ancora in crescita, soprattutto dai Pma. Mano 20 per cento le esportazioni
eu-flagLe importazioni di riso in Europa aumentano ancora, anche se nel mese di febbraio risulta uno stallo: i dati dell’Unione Europea sul commercio di prodotti agricoli infatti mostrano un incremento del valore del riso importato pari a 89 milioni di euro, in crescita dell’8,2% rispetto all’annata agricola precedente. Se dal marzo del 2014 al febbraio 2015, il valore aveva raggiunto i 1075 milioni di euro, nello stesso periodo di quest’anno c’è stato un aumento, fino a raggiungere 1164 milioni di euro. Leggermente in calo (-0,4%) il valore importato nel febbraio 2016 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. In totale il valore importato in questo mese ha raggiunto i 91 milioni di euro. Sul fronte dell’export, nello stesso periodo c’è stato un calo pari al 20%: da marzo 2014 a febbraio 2015 è stato esportato un valore pari a 214 milioni di euro, mentre un anno dopo il valore del periodo è calato a 194 milioni di euro, con una diminuzione del 9,1%. Anche nel mese di febbraio la diminuzione è consistente: si passa dai 21 milioni di euro del febbraio 2015 ai 16 milioni del febbraio 2016, con un calo del 24,6%. Per quanto riguarda invece i Pma, da settembre 2015 ad aprile 2016 le importazioni dai Paesi meno avanzati in esenzione di dazio risultano in aumento di 55.881 tonnellate (+27%) rispetto alla campagna precedente. Le importazioni dalla Cambogia, che coprono l’84% delle importazioni dai PMA, evidenziano un aumento del 41%, essendo passate da 156.127 tonnellate di un anno fa alle attuali 220.839 tonnellate. Nel solo mese di aprile sono state importate 35.245 tonnellate dalla Cambogia che rappresentano il dato mensile più alto di sempre. Le importazioni dal Myanmar si attestano a 37.387 tonnellate, in calo di 8.505 tonnellate rispetto al livello dello scorso anno, incidendo per il 14% sul totale importato. (08-.05.2016)
Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI