Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

BORSE RISI IN LOCKDOWN

da | 5 Nov 2020 | NEWS

Situazione di mercato ancora piuttosto altalenante. Ancora difficile fare previsioni sull’andamento dopo la chiusura di domani anche delle Borse Merci. Tuttavia i risoni verranno comunque quotati per via telematica come avvenne durante il precedente lockdown. «Scambi ridotti, c’è poca voglia di vendere e di comprare – spiega Stefano Pezzoni, pubblico mediatore (http://www.reschiriso.it/) – Qualche riseria per ottenere interessanti quantitativi di Centauro, ha dovuto stimolare la vendita contrattando qualche euro in più. In generale è stata una settimana abbastanza tranquilla anche sul fronte delle vendite di riso lavorato, lo dimostra la continua mancanza di sottoprodotti a prezzi sempre alti. Sul fronte estero l’andamento è similare, con pochi affari tra UE e resto del mondo, probabilmente dovuto a una previsione di stabilità delle quotazioni fino a fine anno».

«Dopo gli aumenti di prezzo su molte varietà, ora i rialzi della scorsa seduta di Borsa riguardano in particolare i gruppi del Tondo generico Sole e similari (35,00 euro/q. ivato) e del Centauro (37,00 euro/q. ivato), entrambi caratterizzati però da valute di pagamento piuttosto lunghe – dichiara Alessandro Barberis, mediatore del vercellese ( http://www.iloveriso.com) – Come invece anticipato la scorsa settimana, si concretizza il ribasso del Tondo tipo Selenio, destinato alla lavorazione per Sushi, unica varietà di listino a far segnare un “meno”. Su quest’ultimo comparto la situazione del lockdown nazionale, più o meno restrittivo nelle varie regioni, e soprattutto del lockdown negli altri stati Europei ha rallentato, non poco, la fornitura richiesta».

Mercato stabilizzato

Secondo il Consorzio Vendita Risone Società Cooperativa (http://www.cvrvercelli.com), «dopo l’impennata dell’ultima settimana sembra che il mercato si sia stabilizzato con una domanda costante dell’indica a 35 € e possibilità di compravendite di tondi generici e tipo ribe al medesimo prezzo. Leggermente più cercato il Centauro che ha toccato i 37 € mentre è in flessione l’andamento del Selenio a causa di un nuovo ventilato lockdown. I risi da interno sono stabili e abbastanza richiesti, il Carnaroli è commercializzabile a 55 € e i suoi similari a 50 €, l’Arborio e i suoi similari sono a 50 €, il Cammeo e il Sant’Andrea a 45 € e il Barone a 40 €».

«Continua il trend positivo per le quotazioni di quasi tutte le varietà – aggiunge Adelio Grassi, mediatore del novarese – Come la settimana scorsa, fa eccezione il Selenio. Oggi I mercati registrano i seguenti prezzi: centauro 37 € ivato con pagamento 90 giorni. Sole, Terra e Lunghi A da parboiled, 35€ ivato a 90 giorni. Lunghi B 35€  con pagamenti a fine febbraio. S. Andrea e Cammeo 45 € ivati. Barone 40€ ivato, Volano e CL388 a 50€ ivati. Carnaroli 55€, similari 52€ entrambi ivati».

Ma ci sono molte trattative

«La richiesta è forte su tutte le varietà e iniziano ad esserci parecchie trattative – afferma Giovanni Migliavacca, mediatore del milanese – complessivamente non è andata male. Nel dettaglio il listino: i mercati di esportazione: tipo Ribe a 35€/qle; Loto e Augusto a 38€/qle; Originari a 35€/qle valore nominale; Selenio a 36€/qle nominale; Centauro 37€/qle; Lunghi B a 35€/qle; Baldo con similari a 45€/qle. I mercati da interno: Arborio, Volano e similari a 50€/qle; Roma e Barone a 41€/qle; Carnaroli a 55€/qle; S.Andrea e similari a 45€/qle. Il Vialone Nano sempre in crisi a 55€/qle. Risoni biologici: Lungo B a 71€/qle; Ribe e Tondi a 70€/qle; Arborio e Carnaroli a 83€/qle. Sottoprodotti: corpettone a 418€/t; corpetto a 407€/t; mezzagrana a 400€/t; granaverde a 275€/t; farinaccio a 175€/t; pula max 2,5% a 108€/t; pula verg. max 1,7% a 129€/t; lolla a 88€/».

Per Andreea Lazar, mediatrice del vercellese questa è invece la situazione: «indica 35euro, Tondo fermo completamente eccetto il Centauro che prosegue a 37euro 90giorni. Lungo A non molto richiesto a 35euro. Augusto, Loto e Unico tra 35 e 38euro. Barone stabile a 40 euro. Stabile il Cammeo e il S.Andrea a 45euro. Il Carnaroli 55euro (anche se in assenza di compratori). Similari 50. Come il Volano e il CL388».

Concludiamo con il bollettino dell’Associazione Risicoltori Piemontesi (http://www.risicoltori.it/): «Indica €. 35 pagamenti e ritiro in marzo; Tondi: €. 37-38 Selenio prezzo in diminuzione, €. 37 Centauro con pagamento e ritiro a febbraio, Sole e Terra in settimana scorsa un lieve accenno di aumento a €. 35 pagamenti a marzo, durato pochi giorni oggi il prezzo nuovamente  €. 33; Lungo A: Dardo Luna Ronaldo Leonardo €. 35 con pagamento e ritiro in marzo, Unico €. 37, Augusto €. 40; Interni: S.Andrea €. 45, Gloria segue i prezzi del contratto di coltivazione stipulato l’anno scorso da €. 40 a €. 45 a seconda dei pagamenti, Cammeo €. 45 non troppo cercato, Barone €. 40, Carnaroli €. 55 ma richiesta di €. 60, similari Carnaroli €. 50 ma in probabile aumento, Arborio e Volano € 50, CL388 €. 50. Una leggera flessione su Tondo e alcune varietà di Interno nel complesso i prezzi sono un po’ più stabili. Prezzi stabili sui risoni Bio: Indica €. 70, Tondo €. 70, Lungo A €. 70, Interno €. 80». Autore: Martina Fasani

 

Se vuoi seguirci sui social, collegati alle nostre pagine Facebook, Instagram, TwitterLinkedin