VUOI SAPERE QUANTO SPENDE IL PRESIDENTE?

Da domani entra in vigore il decreto trasparenza che avrà un impatto anche in risaia, perché rende accessibili tutti gli atti della pubblica amministrazione, dalle Regioni all'Ente Risi

Volete sapere quanto costano i viaggi del presidente Paolo Carrà? Da domani l’Ente Risi dovrà dirvelo. Volete sapere chi prende i contributi per l’agricoltura biologica in Piemonte? L’Assessore Ferrero ve lo dirà. Volete sapere tutto di una pratica del Psr lombardo? L’assessore Fava non potrà tacervelo. E così via, di curiosità in curiosità. Secondo il Consiglio di Stato il diritto di accesso civico, che dovrà essere applicato da domani e coinvolge tutta la Pubblica Amministrazione, è una “rivoluzione copernicana” che trasformerà realmente lo Stato e tutte le sue articolazioni in quella “casa di vetro” di cui tanto si parla. Si può essere d’accordo o meno (si teme che molte richieste non siano indirizzate alla trasparenza ma ad un uso politico dei dati) ma questa rivoluzione riguarda anche il riso, che ha molti rapporti con la Pubblica amministrazione che spesso sono permeati da una coltre di opacità e da un’atmosfera di clientelismo. L’applicazione del decreto legislativo 97 approvato nel maggio di quest’anno cambia le cose, perché impone alla Pubblica Amministrazione di aprire i propri archivi a chiunque e introduce tre novità nel cosiddetto diritto alla trasparenza: chiunque può interrogare l’amministrazione, anche chi non è personalmente chiamato in causa nella pratica di cui chiede conto;  la richiesta è assolutamente gratuita; se l’amministrazione non risponde entro 30 giorni viene sanzionata. Su tutto vigila l’Anticorruzione, che ha emanato le linee guida. Certo, come tutte le rivoluzioni non è detto che quella della trasparenza mantenga tutte le sue promesse. Prendiamo le Regioni: sono state scavalcate dal governo Renzi con questa norma e premono perché sia modificata, ma per adesso è legge e va applicata. E l’Ente Risi? Ha una natura giuridica particolare, quella di ente pubblico economico, e non è ancora noto se e come applicherà il decreto trasparenza (in quanto ente pubblico) oppure se farà valere la sua particolare configurazione per limitare l’accesso a documenti e dati. In ogni caso, alcune informazioni potranno essere negate dal “contro-interessato” (nel caso che abbiamo citato, il presidente potrebbe non essere d’accordo che si conoscano le spese di viaggio sostenute per conto dell’Ente e avrebbe il diritto – in base alla legge – di negare l’accesso ai dati). La pagina internet del sito istituzionale non è ancora stata aggiornata: leggi QUI. (Foto grande: il presidente Carrà – a sinistra – alla consegna della Pannocchia di riso d’oro)

Categorie
Non solo riso
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI