Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

VIA LIBERA AGLI AIUTI

Baldo

La Commissione europea ha approvato il regime quadro italiano notificato dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Il provvedimento mette a disposizione 1,2 miliardi di euro a sostegno dei settori dell’agricoltura, della silvicoltura, della pesca e dell’acquacoltura. Obiettivo ridurre l’impatto sull’economia nazionale dall’invasione russa dell’Ucraina.

NATURA E LIMITI DEGLI INDENNIZZI

Il regime è stato approvato nell’ambito del Quadro temporaneo di crisi per gli aiuti di Stato adottato dalla Commissione europea il 23 marzo 2022.

Gli indennizzi previsti dalla misura di aiuto, rivolti alle imprese colpite dall’aumento dei prezzi dell’elettricità, dei mangimi e dei carburanti causato dall’attuale crisi, sono concessi sotto forma di sovvenzioni dirette, di agevolazioni fiscali o di pagamento, di anticipi rimborsabili e di riduzione o esenzione dal pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali.
In particolare gli aiuti non potranno superare il massimale di 35mila euro per le imprese attive nel settore primario e quello della pesca e dell’acquacoltura. Invece, per le imprese attive nel settore forestale e in quello della trasformazione e commercializzazione il limite è posto a 400 mila euro. Tutti gli aiuti dovranno essere concessi entro il 31 dicembre 2022.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio