Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

STATO DEI PREZZI

Basmati

Ad aprile, i prezzi mondiali del riso sono aumentati in media solo dell’1% e secondo il rapporto mensile Osiriz, edito dal ricercatore Patricio Mendez del Villar, del Centro ricerche francese Cirad. Il rapporto è disponibile all’indirizzo web www.infoarroz.org.

ASIA E AFRICA

In India i prezzi del riso sono rimasti invariati, dando un buon segnale da parte del principale esportatore mondiale. In aprile, la domanda di importazioni è rimasta relativamente contenuta nel segmento del riso basmati, così come in quello del riso non basmati, a causa degli elevati costi di trasporto via mare. Tuttavia, all’inizio di maggio, la domanda dall’Asia e dall’Africa occidentale si è rafforzata. Le prime proiezioni per la produzione 2022/2023 indicano una possibile contrazione del 3% a causa della scarsità di acqua. Inoltre, i prezzi elevati dell’olio vegetale potrebbero spostare parte della superficie coltivata a riso da pioggia verso i semi oleosi. Ad aprile, il riso indiano 5% è rimasto invariato a 345 dollari la tonnellata Fob. Anche il riso indiano 25% è rimasto stabile a 325 dollari. All’inizio di maggio, la domanda di importazioni è stata forte, ma i prezzi sono rimasti stabili a causa dell’imminente raccolto fuori stagione.

THAILANDIA

In Thailandia, i prezzi sono aumentati solo dell’1%, anche per le rotture di riso, a causa di una domanda d’importazione relativamente debole. Inoltre, i timori di un possibile restringimento dell’offerta di risone sul mercato locale iniziano a pesare sui prezzi all’esportazione. In aprile, il prezzo del Thai100%B ha segnato 423 dollari contro i 419 di marzo. Il Thai Parboiled è salito a 419 dollari da 414 dollari. Il Broken A1 Super è salito leggermente a 405 dollari contro 403 dollari. All’inizio di maggio, i prezzi tendevano significativamente al rialzo.

VIETNAM

In Vietnam, i prezzi all’esportazione hanno mostrato tendenze contrastanti. Il Viet 5% è sceso leggermente in un mercato debole, mentre i prezzi del riso di bassa qualità, soprattutto delle rotture, sono stati più forti grazie alla robusta domanda cinese. Gli esportatori prevedono una domanda asiatica e africana più attiva nelle prossime settimane. Tuttavia, le autorità vietnamite continuano a dare priorità a una politica di esportazione orientata al segmento del riso premium. Nel 2022, questo segmento dovrebbe rappresentare i tre quarti delle vendite totali, compreso il 45% del riso profumato. Ad aprile, il Viet 5% è stato scambiato a 416 dollari contro i 418 di marzo. Il Viet 25% è salito a 398 dollari da 393 dollari. All’inizio di maggio, i prezzi sono rimasti fermi.

PAKISTAN

In Pakistan, i prezzi del riso sono aumentati del 2%, superando i prezzi indiani, che rimangono i più competitivi sul mercato. La domanda di importazioni di rotture di riso continua ad essere forte e viene scambiata al di sopra del prezzo del Pak 25%. Ad aprile, il Pak 25% è salito a 331 dollari dai 326 di marzo. Nel frattempo, il Pak broken è stato scambiato a 350 dollari ad aprile, contro i 345 dollari del mese precedente. All’inizio di maggio, i prezzi si sono mantenuti stabili.

STATI UNITI

Negli Stati Uniti, i prezzi del riso sono aumentati di un ulteriore 3% in un mercato poco movimentato. L’offerta esportabile tende a ridursi e le prospettive di produzione non sono ottimistiche a causa delle tensioni sui mercati mondiali dei cereali e dei semi oleosi, che potrebbero limitare ulteriormente la superficie coltivata a riso nel 2022. In aprile, le esportazioni sono state pari a 220.000 tonnellate rispetto alle 230.000 di marzo. Si tratta di un calo dell’8% rispetto allo stesso periodo del 2021. Il riso Long Grain 2/4 è salito a 640 dollari/t dai 620 dollari/t di marzo. All’inizio di maggio, il prezzo si era mantenuto intorno ai 650 dollari. Al Chicago Board of Trade, i prezzi futures del risone sono saliti del 2% a 360 dollari la tonnellata dai 353  dollari la tonnellata di marzo. All’inizio di maggio, i prezzi sono rimasti fermi a 375 dollari.

MERCOSUR

Nel Mercosur, i mercati esterni rimangono attivi e i prezzi degli export sono aumentati di nuovo in media del 3%. Le esportazioni brasiliane sono aumentate del 100% rispetto al 2021. Anche le esportazioni uruguaiane sono aumentate del 50% rispetto all’anno precedente. Il prezzo indicativo del risone brasiliano è salito del 2% a 310  dollari la tonnellata dai 305 dollari di marzo. All’inizio di maggio il prezzo tendeva a perdere vigore, attestandosi intorno ai 278 dollari a causa dell’arrivo del nuovo raccolto.

SUB – SAHARA

Nell’Africa sub-sahariana, i mercati cerealicoli regionali stanno subendo un aumento dei prezzi a causa della forte pressione della domanda interna e dell’offerta limitata. Tuttavia, le misure di sostegno, soprattutto in Africa occidentale, tendono a stabilizzare il prezzo del riso importato. La produzione di riso potrebbe diminuire ulteriormente nelle principali regioni risicole, che devono ancora affrontare periodi di siccità durante la stagione di crescita.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio