CONCORRENZA SLEALE: ECCO COME

Sono entrate in vigore le nuove norme approvate dall'Europa

Sono entrate in vigore dalla fine di aprile le nuove norme europee che garantiranno la protezione del 100% degli agricoltori europei e dei fornitori di piccole e medie dimensioni contro le pratiche commerciali sleali nella filiera alimentare. Pubblicato la settimana scorsa sulla gazzetta ufficiale, la nuova legislazione dell’UE riguarda i prodotti agricoli e alimentari commercializzati come parte della filiera alimentare. Per la prima volta, 16 pratiche commerciali sleali imposte unilateralmente da qualsiasi partner commerciale (dettaglianti, trasformatori alimentari, grossisti, cooperative, organizzazioni di produttori, produttori isolati) saranno bandite in tutta l’UE. Gli Stati membri dovranno designare le autorità responsabili dell’applicazione delle nuove norme, che avranno il potere di imporre ammende e avviare indagini dopo i reclami. Queste pratiche riguardano da vicino anche il settore della risicoltura europea, che beneficerà dunque di queste nuove regole garantendo una maggiore protezione al settore primario. Le pratiche commerciali sleali da vietare sono pagamenti in ritardo per prodotti alimentari deperibili, cancellazioni di ordini all’ultimo minuto, modifiche unilaterali o retroattive dei contratti e costrizione del fornitore a pagare per prodotti sprecati. Altre pratiche vengono consentite solo se  oggetto di un accordo diretto chiaro e inequivocabile tra le parti: un acquirente che restituisce prodotti alimentari invenduti a un fornitore; un acquirente che addebita un pagamento al fornitore per assicurare o mantenere un accordo di fornitura di prodotti alimentari; un fornitore che paga per la promozione o la commercializzazione di prodotti alimentari venduti dal compratore. Autore: Manuela Indraccolo

Categorie
Non solo riso
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI